MEET THE BLOGGER: Vi presento Anna di Pananna Blog di viaggi

Oggi diamo spazio ad Anna, fondatrice di PanAnna Blog di viaggi, che durante le avventure in giro per il mondo è accompagnata dal suo team, come lei stesso lo definisce, ovvero la sua famiglia composta dal marito Stefano e dai figli Thomas e Patrick ( un piccolo viaggiatore si aggiungerà quest’anno:)

Anna è esperta di viaggi con figli adolescenti e sul blog potrete trovare numerosi consigli utili e mete adatte ai viaggi di famiglia.

Ma ora è il momento di scoprire il rapporto con la musica del PanAnna Team!

INTERVISTA PANANNA BLOG DI VIAGGI

Durante i tuoi viaggi on the road ti piace ascoltare musica? Solitamente preferisci la radio o crei una playlist da viaggio?

Quando noleggiamo l’auto, mi piace sempre accendere la radio locale: ascoltiamo le persone parlare in lingue sconosciute, poi quando ci stanchiamo di non capire nulla, cerchiamo qualche stazione che trasmetta musica. È anche questo un bel modo per iniziare a immergersi in una nuova destinazione.

Come saprai, a me piace abbinare ad ogni luogo una canzone… ora tocca a te! Recentemente sei stata in Giordania. Dimmi una canzone che associ a questo posto e perché.

Con due figli adolescenti, lascio loro lo scettro di esperti musicali (e ammetto che io non lo sono mai stata, nemmeno in adolescenza 😉). Per il nostro viaggio in Giordania consigliano una canzone araba, scritta da un cantante egiziano, che parla d’amore: lui è Amr Diab e la canzone è Tamally Maak.

Se dovessi scegliere la colonna sonora della tua vita, quale sarebbe?

Anche qui abbiamo un paio di idee: la canzone perfetta per gli adolescenti è di Coez, È sempre bello. Fresca e positiva. Una canzone, invece, intergenerazionale che piace sia a noi genitori sia ai figli è Numb, dei Linkin Park. L’inizio è perfetto per descrivere la classica relazione genitore-figlio: I’m tired of being what you want me to be. Poi crescendo scopri che vorresti urlarlo anche a tante altre persone, al tuo capo magari.

Qual è il tuo genere musicale preferito? E quale città al mondo potrebbe rappresentare questo genere?

A questa rispondo personalmente, ma parto dalla città: Parigi, una delle mie preferite al mondo. E la cantante è Edith Piaf, posso passare pomeriggi interi ad ascoltare le sue canzoni. Una delle sue canzoni più conosciute dice: ‘Non, rien de rien / Non, je ne regrette rien’. Chi non vorrebbe vivere così?!

Quali saranno i tuoi prossimi viaggi del 2020?

Per quest’anno è davvero difficile fare programmi. Ti posso dire che tutto sommato siamo stati fortunati, avevamo già deciso di rallentare nel 2020, perché sono incinta e non si sa mai che scherzetti ti può fare il fagiolino fin da prima di nascere. Quindi da quando è scoppiato il virus, abbiamo perso solo un weekend in Europa.

Puntavo a Malta ai primi di giugno, un viaggetto per festeggiare la fine della scuola, ma anche quello verrà rimandato. Per ora i nostri programmi sono di riuscire a fare un po’ di mare e montagna vicino casa, in Veneto, poi ad agosto partorire e preparaci per ripartire, stavolta in cinque, a fine anno!

L’intervista a Panannablogdiviaggi continua su TusOperator.it

PER CONOSCERE ALTRI TRAVEL BLOGGER VISITA LA RUBRICA MEET THE BLOGGER

SOUNDTRACK: NUMB – LINKIN PARK