VIAGGIO IN TRANSILVANIA: COSA VEDERE IN UN GIORNO DA BUCAREST

Cosa vedere in Transilvania da Bucarest tra castelli e leggende: un tour di un giorno dalla capitale per scoprire questa affascinante regione rumena.


Se avete deciso di trascorrere 3 giorni pieni a Bucarest e vi stuzzica l’idea di fare un viaggio in Transilvania, sappiate che è fattibile.

Certo, la regione più famosa della Romania andrebbe approfondita in più tempo, ma un tour di un giorno in Transilvania vi permetterà comunque di vedere alcuni dei suoi luoghi di interesse principali e di farvi un’idea per un’eventuale viaggio futuro interamente dedicato a questa zona.

Considerate poi che visitare Bucarest in due giorni non è un’impresa impossibile, quindi non abbiate timore di ritagliarvi 24 ore di tempo per scoprire anche altro.

In questo articolo vi spiego alcuni miei consigli su cosa vedere in Transilvania in un giorno e come raggiungerla da Bucarest.

COME ARRIVARE IN TRANSILVANIA DA BUCAREST

Per raggiungere la Transilvania da Bucarest vi servirà un’auto. La cosa migliore è quindi scegliere la compagnia di noleggio più adatta alle vostre esigenze.

Per andare a scoprire un po’ di Transilvania ho scelto l’ultimo tra i miei giorni di permanenza in città: in questo modo ho prima visitato Bucarest in autonomia, e poi il terzo giorno ho noleggiato l’auto, riconsegnandola in serata.

A mio parere, non ha molto senso noleggiare una vettura fin da subito, poiché Bucarest può essere tranquillamente visitata a piedi o con i mezzi pubblici, visto che è ben servita anche dalla metropolitana.

Noleggiare un’auto in Romania è molto conveniente, soprattutto se scegliete una delle compagnie che si trovano nei pressi dell’aeroporto Otopeni, poco distante dal centro città.

Per arrivarci vi basterà prendere un comodo transfer direttamente dal vostro alloggio nella capitale.

COSA VEDERE IN TRANSILVANIA: Il Castello di Peles

Una volta saliti a bordo della vostra vettura, uscite dalla città e dirigetevi verso nord per raggiungere la prima tappa di questo tour di un giorno in Transilvania: il castello di Peles a Sinaia, distante circa 130 km da Bucarest.

La cittadina di Sinaia, che rappresenta un po’ il varco di ingresso nella regione, è situata ai piedi dei monti Bucegi e se d’inverno è una stazione sciistica molto apprezzata, d’estate si trasforma in un punto strategico per il trekking vista la sua posizione immersa nella natura.

L’attrazione principale di Sinaia è però il Castello di Peles che ogni anno attira migliaia di visitatori da ogni parte del mondo e guardandolo non è difficile capire il perché.

Il castello vi apparirà aver imboccato un viale pedonale che parte subito dopo del monastero di Sinaia: il tragitto è piacevole perché accompagnato da una serie di bancarelle di souvenir e leccornie. In alternativa potete anche parcheggiare all’interno della tenuta in due aree di sosta a pagamento e proseguire l’ultimo tratto sull’ampia strada tra i boschi.

Se come me amate i dettagli, una volta arrivati, non potrete far altro che rimanere a bocca aperta!

castello di peles

Il castello infatti, costruito per essere la residenza estiva del Re Carlo I, è un edificio neo rinascimentale, di aspetto quasi fiabesco, ricco di intagli in legno e di decorazioni che però hanno il pregio di non scadere mai nel kitsch.

Nulla a che vedere, quindi, con l’idea che mi ero fatta dei castelli della Transilvania, che nel mio immaginario erano tutti tetri ed austeri.

Il castello di Peles fu commissionato dal re ad un architetto tedesco e difatti l’influenza germanica si vede tutta: lo stile ricorda molto quello alpino, tipico degli edifici svizzeri e le facciate superiori richiamano le famose case a graticcio tedesche.

Se l’esterno vi stupirà, gli interni non sono certo da meno.

Al momento dell’acquisto del biglietto d’ingresso, potrete scegliere due opzioni:

  • visitare le sale al primo piano (una decina/30 lei)
  • visitare anche il secondo piano (60 lei)

Entrambi i tour sono guidati e potrete scegliere tra lingua inglese e quella rumena.

Le fotografie all’interno sono vietate a me che non paghiate un sovrapprezzo di 35 lei.

Per questioni di tempo e vista l’affluenza, ho optato per la prima visita, ma voi non fate lo stesso errore ed acquistate il giro completo! Ho infatti il grande rimpianto di non aver visto le stanze del piano superiore, vista la magnificenza di quelle del primo.

Una volti entrati nell’edificio verrete accolti nella stupenda Sala dell’Onore: interamente rivestito di legno pregiato ed intagliato, questo salone si apre sui tre piani del castello ed ad ogni angolo potrete ammirare sculture, bassorilievi, arazzi e pannelli decorati fino al soffitto di vetro che si apre elettronicamente!

Proseguendo nella visita vi si aprirà davanti un mondo nel vero senso letterale della parola: ogni sala infatti è diversa dalle altre ed addirittura ispirata nello stile a Paesi diversi, come quella fiorentino o moresco.

Ognuna poi custodisce elementi unici provenienti da ogni parte del globo, come i vetri di Murano, le tappezzerie di Cordoba o il bellissimo organo a doppia tastiera nella sala della musica.

Insomma, il Castelli di Peles è un vero piacere per gli occhi e da solo vale i chilometri fatti per venire in Transilvania da Bucarest.

COSA VEDERE IN TRANSILVANIA: Castello di Bran

La seconda tappa del tour della Transilvania in un giorno è il castello di Bran, conosciuto ai più per essere identificato come il castello del Conte Dracula, uno dei personaggi leggendari più famosi al mondo.

Non vorrei deludervi subito, ma questo castello ha poco a che vedere con il sanguinario Vlad Tepes che in realtà viveva in Valacchia in un’altra dimora, di cui oggi rimangono solo le rovine delle sua fondamenta.

Si dice che il Conte avesse soggiornato a Bran per un breve periodo, ma nulla a che vedere con il prender residenza.

Probabilmente l’aspetto minaccioso del castello e la sua posizione sopraelevata nonché estremamente strategica, hanno contribuito a creare il mito e la leggenda attorno a questo edificio, anche se devo dire che l’atmosfera di inquietudine viene un po’ rovinata dai negozietti di cianfrusaglie (perlopiù ispirate ovviamente a Dracula) situati a ridosso del sentiero che conduce all’entrata del castello.

Il biglietto d’ingresso costa 22 euro e si può scegliere se fare una visita autonoma oppure guidata.

>> QUI PUOI ACQUISTARE IL TOUR GUIDATO DEL CASTELLO DI BRAN IN LINGUA ITALIANA

Esternamente il castello spicca per la sua imponente e quadrata torre di guardia costruita interamente in pietra, mentre all’interno si struttura su quattro piani abitativi: i primi erano destinati alla servitù, mentre quelli elevati alla famiglia reale del Re Ferdinando.

Niente bare e pipistrelli, quindi, bensì stanze arredate con mobili eleganti consoni alla vita reale e balconate che si affacciano sul bellissimo cortile interno.

All’interno di una delle torri del castello, tra le  quali spicca quella cilindrica, è poi allestita una piccola area dedicata al Conte Dracula che, attraverso pannelli esplicativi, racconta la vita del personaggio storico che ha ispirato il celebre romanzo di Bram Stoker e come si sia creato il mito del vampiro.

Imperdibile per gli amanti del filone letterario e cinematografico dedicato a Dracula.

castello di bran

COSA VEDERE IN TRANSILVANIA: Brasov

Dopo pranzo, lasciamo le cupe atmosfere di Bran per dirigerci verso la città principale della Transilvania: Brasov, distante solo 25 km dal castello.

Circondata dai Carpazi e dai boschi, Brasov è racchiusa da imponenti mura e il suo pittoresco centro storico è ricco di punti di interesse.

Tra le cose da non perdere a Brasov:

  • la Chiesa Nera, chiamata così perché un incendio distruttivo avvenuto nel 1689 annerì le sue mura. E’ una delle più importanti chiese di stile gotico di tutta la Romania e al suo interno ospita una delle più grandi collezioni di tappeti orientali in Europa e un enorme organo con 4 mila tubi sonori;
  • la Piazza del Municipio : è la piazza centrale e su di essa si affacciano diverse case mercantili del ‘800 e del ‘900 dalle delicate tinte pastello. Dalla piazza partono una serie di vie che si diramano per il centro, tra le quali la pedonale Strada Republicii con i suoi graziosi negozi.
  • la Strada Rope: la via più stretta d’Europa!
  • la Porta Caterina che prende il nome dal monastero di Santa Caterina che qui sorgeva in tempi antichi. E’ l’unica porta rimasta delle quattro che originariamente rappresentavano l’accesso alla città.

Prendetevi del tempo per passeggiare nel centro cittadino, osservare i monumenti storici e magari far merenda assaggiando uno dei dolci tipici rumeni come il Kurtoskalacs, il rotolo di pasta dalla forma cilindrica che si può farcire a piacimento.

In serata potete rientrare verso Bucarest con la consapevolezza di aver visitato una terra ricca di fascino e con la voglia di scoprirne di più in occasione del prossimo viaggio in Romania.

brasov

 

SE VOLETE SCOPRIRE COSA VEDERE A BUCAREST LEGGETE ANCHE >> WEEKEND A BUCAREST: NE VALE LA PENA?

Comments

  1. anna Rispondi

    Mi è molto piaciuta la transilvania. Anche io ci sono andata da Bucarest, però ci siamo fermati 2 notti a Brasov visitando i dintorni e spingendoci più a nord fino alla colorata Sigisohara

    • Valentina Rispondi

      Mi attira molto la Transilvania e sapere che si può visitare anche in giornata da Bucarest è ottimo! Potrei inserirla come gita all’interno di un weekend nella città… grazie per i consigli!

      • Nicoletta Rispondi

        Bucarest ha delle chicche davvero interessanti da vedere e se hai un weekend pieno una gita in Transilvania è un’ottima idea!

    • Nicoletta Rispondi

      Purtroppo in una giornata non mi è riuscito visitare anche Sigisohara. Spero vivamente ci sia una prossima volta in Romania!

  2. Fabio Rispondi

    Sbaglio o all’interno del castello di Peles non era possibile scattare fotografie se non acquistando un biglietto apposito? Son sicuro che l’avrai preso! 😀 Comunque questa zona è bellissima e meriterebbe qualche giorno in più 😉

    • Nicoletta Rispondi

      Sì esatto si paga un sovrapprezzo per le foto ed io da brava ragazza l’ho preso:))

  3. Elina Rispondi

    Mai state a Bucarest però dalla tua descrizione ho una voglia pazzesca di prenotare! Transilvania in auto 🚘 recepito! 🙂 grazie per i consigli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.