TENERIFE COSE DA VEDERE: i 15 luoghi più belli con mappa

Le cose da vedere assolutamente sull’isola di Tenerife alle Canarie: un elenco di luoghi imperdibili per vivere da nord a sud questa piccola perla dell’Oceano Atlantico.


Se pensate che Tenerife sia solo movida e vita da spiaggia, vi sbagliate di grosso.

L’isola più grande dell’intero arcipelago delle Canarie offre un’incredibile varietà di paesaggi: litorali di sabbia dorata e nera, catene montuose impervie, distese di roccia sovrastate da un vulcano dormiente, villaggi di pescatori, centri storici e città moderne.

Tenerife accontenta proprio tutti: da chi cerca una vacanza relax a chi predilige l’avventura e le escursioni nella natura, fino al viaggiatore culturale che qui può scoprire l’incredibile patrimonio artistico ed architettonico canario.

COSA VEDERE A TENERIFE: mappa dei luoghi

Le cose da vedere e da fare a Tenerife sono così tante che un solo viaggio non basta per godersi tutto: io ci ho trascorso 15 giorni intensi eppure varie zone purtroppo sono rimaste inesplorate.

In questo articolo ho cercato di riassumere le 15 cose da vedere assolutamente a Tenerife da gestire ovviamente in base alle tempistiche della vostra permanenza. Scoprirete che ce n’è davvero per tutti i gusti.

>PARCO NAZIONALE DEL TEIDE: cosa vedere assolutamente a Tenerife

Sicuramente i paesaggi più spettacolari ed insoliti di Tenerife sono racchiusi nei 190 Km quadrati del Parco Nazionale del Teide, il più grande e il più antico delle Canarie.

A poca distanza dai nostri scenari europei vi ritroverete immersi tra quelli che a tratti ricordano le distese dei grandi parchi americani della costa ovest: deserti, paesaggi lunari, crateri, colate di lava pietrificata, camini di fata, canyon ed ovviamente colui che ha dato vita a questo incredibile varietà di meraviglie: il Teide.

Il vulcano Teide, situato al centro di Tenerife, con i suoi 3718 metri di altitudine è la montagna più alta della Spagna, nonché il terzo vulcano più grande al mondo.

Potrete scoprire tutta la sua storia geologica, nonché la formazione dell’isola, facendo una sosta al centro visitatori El Portillo, che è anche circondato un giardino botanico con specie autoctone.

Durante il vostro viaggio a Tenerife la vista della sua vetta caratterizzerà buona parte del vostro soggiorno, offrendo profili diversi in base al periodo e al luogo da cui viene osservata. Non è certo rado trovarsi tra le onde dell’oceano di Tenerife ed avere come sfondo la cima innevata del Teide.

Il parco nazionale del Teide è facilmente accessibile da varie strade dislocate su più punti dell’isola, ma se la vostra intenzione è quella di esplorarlo in una giornata, il mio consiglio è quello di arrivarci dalla cittadina di La Orotava per compiere un percorso da nord a sud spaziando dai paesaggi montani fino all’enorme caldeira.

Nel parco sono poi presenti alcuni ristoranti per fare delle piacevoli soste ed anche un paio di strutture ricettive.

Per vivere appieno l’esperienza all’interno del Parco Nazionale del Teide vi consiglio queste esperienze:

  • Salire sulla montagna più alta della Spagna con la funivia (qui trovi i biglietti) che vi porterà a quota 3555 mt e godervi un panorama spettacolare;
  • Visita guidata all’osservatorio del Teide per imparare un’esperienza astronomica alle pendici del vulcano ( qui puoi acquistare i biglietti)
  • Trekking serale : un’escursione sotto le stelle per ammirare lo spettacolo della natura (qui i biglietti )

Paesaggi del Parco del Teide

>MASCA : visitare il piccolo villaggio rurale di Tenerife

Che ne dite di assaggiare un po’ di America Latina qui alle Canarie?

Già perché appena ci si affaccia sulla vallata di Masca, la sensazione è proprio quella di essere stati catapultati sulle montagne andine del Perù.

Situata nella parte nord ovest dell’isola, in una delle zone più selvagge, la vallata di Masca si raggiunge percorrendo una strada a curve piuttosto stretta ed impegnativa che si snoda nel Parco rurale del Teno. Vi assicuro però che la fatica e la tensione alla guida saranno ampiamente ripagate al vostro arrivo.

La suggestiva valle, tra gole, burroni e ripidi versanti ricoperti di vegetazione, abbraccia un villaggio rurale ben conservato e sentieri battuti che si snodano tra gli appezzamenti di terreno coltivato, molto apprezzati dagli amanti del trekking.

Masca è quindi imperdibile se per qualche ora volete avventurarvi oltre le blasonate località balneari di Tenerife.

Visto che trovare parcheggio nei pressi del villaggio è un’impresa ardua, il mio suggerimento è di parcheggiare al primo punto di sosta nei pressi del caffè che si affaccia sulla vallata e poi proseguire per una mezz’oretta a piedi, sul sentiero che parte alla sinistra del posteggio. Scarpe da trekking consigliate.

La suggestiva vallata di Masca

>LA OROTAVA: cosa visitare a Tenerife nord

Tra le cose da vedere a Tenerife c’è sicuramente la cittadina di La Orotava, a nord di Tenerife e dichiarata complesso storico-artistico per la sua rilevanza artistica.

Ricchissima di storia e di tradizioni, La Orotava si trova a pochi km da Puerto de la Cruz, risalendo verso il versante della vallata che prende il suo nome.

Qui le vedute verso il Teide da una parte e l’oceano dall’altra si sprecano, mentre il suo bellissimo centro storico è un tripudio di palazzi del XVI secolo e di residenze signorili dalle quali balzano subito all’occhio gli splendidi balconi in legno.

Cosa vedere a La Orotava

  • Plaza de la Constitucion: caratterizzata dalla presenza di un chiosco centrale realizzato in stile mudejar circondato da bei giardini pubblici curati;
  • Casa de Los Balcones: l’attrazione più visitata è sicuramente questa residenza signorile, tipico esempio di architettura canaria. Bellissimi i suoi balconi in legno intarsiati ed il patio. Al suo interno ospita un museo delle tradizioni e dell’artigianato.
  • Palazzo del Comune: un maestoso edificio in stile neoclassico color aranciato decorato con scene che riprendono la storia della città;
  • Chiesa della Concezione: uno degli esempi migliori di barocco alle Canarie è questo edificio religioso con la sua imponente cupola.
Vista delle città
Palazzo del Comune e dintorni
Casa de los Balcones

Qui trovi i biglietti per la Casa de Los Balcones 

>GARACHICO: cosa vedere a Tenerife nord

Prima della sua distruzione completa, avvenuta ad opera dell’eruzione del vulcano Trevejo nel 1706, la località di Garachico era la porta d’ingresso a Tenerife, visto che qui si trovava il porto principale dell’isola.

A testimoniare questa catastrofe naturale oggi rimangono le piscine naturali di El Caleton, poste a ridosso della costa cittadina e in prossimità della fortezza di San Miguel.

Oggi Garachico è una delle località più visitate di Tenerife grazie all’invidiabile posizione che lo colloca tra mare e montagna e al fascino d’altri tempi che la cittadina ha conservato.

Ecco cosa non perdere a Garachico:

  • Belvedere de l’Emigrante: gustatevi un buon caffè seduti ad uno dei tavolini del chiosco e godetevi uno dei punti panoramici migliori di Tenerife dal quale ammirare tutto il centro storico di Garachico e la spettacolare roque de Garachico;
  • Castello di San Miguel: costruita nel XVI secolo, un tempo era la principale fortezza a difesa della città, oggi invece il piccolo castello ospita eventi e cene di gala;
  • Roque de Garachico: un santuario naturale di fronte alla costa che ospita diverse specie di uccelli in pericolo d’estinzione;
  • Sculture Tensei: opere dell’artista giapponese Kan Yasuda, queste sculture in marmo a ridosso dell’oceano riprendono il tema delle porte che tanto è caro a Garachico;
  • Parco di Puerta de Tierra: un piccolo ma significativo parco urbano che ospita numerosi riferimenti alla storia di Garachico, tra i quali la porta che l’ingresso al porto antico.
Garachico

>SAN CRISTOBAL DE LA LAGUNA: luoghi di interesse a Tenerife

La prima capitale di Tenerife e città dichiarata patrimonio dall’ Unesco, La Laguna, così chiamata in modo abbreviativo, è colma di monumenti e di siti di interesse storico che valgono la pena di essere visitati.

Fondata nel 1497 da Alonso Fernandez de Lugo per sfuggire agli attacchi dei pirati, la città divenne presto il principale luogo di potere dell’isola. Passeggiare oggi per le vie del centro storico significa fare un salto nel passato, all’epoca in cui Tenerife viveva il suo momento storico migliore.

Scopriamo insieme le principali cose da vedere a San Cristobal de la Laguna:

  • Plaza del Adelantado: un’area verde con una fontana nel centro, è la piazza più viva e frequentata, scenario dei più famosi eventi storici avvenuti in città;
  • Palacio Salazar : restaurato dopo l’incendio del 2006, è uno degli edifici più belli con la sua facciata in pietra decorata da scudi e gargoyles;
  • Cattedrale di San Cristobal: caratterizzata da un’imponente cupola, al suo interno sono i conservati i resti del fondatore della città;
  • le residenze signorili : la città è ricca di edifici e dimore prestigiose che spiccano per le loro facciate decorate e colorate. Tra le principali Casa del Corregidor, la Casa de los Capitanes Generales, Casa Granero e Casa Riquel;
  • Chiesa di Nuestra Senora de la Concéption: è la chiesa più antica di tutta Tenerife. Costruita in stile barocco, è accompagnata da un bel campanile dalla cui sommità si gode di uno splendido panorama.
Il centro de La Laguna

>EL MEDANO: vedere alcune tra le più belle spiagge a Tenerife

Se avete voglia di vento tra i capelli, sensazione di libertà e di girare in ciabatte, El Medano fa il caso vostro.

Un po’ hippie, un po’ bohemien, è situato sulla parte meridionale dell’isola e trae origine da un piccolo villaggio di pescatori che ai tempi ospitò persino un certo Ferdinando Magellano, impegnato in una delle sue epiche traversate.

Oggi è una delle destinazione preferite dai surfisti e dagli amanti di sport acquatici, grazie alle sue bellissime spiagge e ai numerosi locali dall’atmosfera rilassata.

Tra le spiagge più frequentate ci sono:

  • Playa El Cabezo: qui si cimentano i professionisti del windsurf e quelli che ci vogliono provare
  • Playa Grande: situata di fronte alla piazza principale della cittadina
  • Playa La Tejita: una delle spiagge più amate di Tenerife con vista sulla Montana Roja
  • Playa Sur: lambita da forti venti e ideale per gli sport acquatici più estremi

Vista della Montana Roja dalla Tejita

>PLAYA DE LAS AMERICAS E LOS CRISTIANOS: dove fare vita notturna a Tenerife

Il cuore della movida di Tenerife risiede qui, nella zona di Arona tra le spiagge di Las Americas e Los Cristianos che sono la sua massima espressione festaiola.

La passeggiata sul lungomare è un susseguirsi di ristoranti, locali alla moda, negozi, strutture turistiche ed agenzie che vendono escursioni e gite in barca.

Ero partita con l’idea di trovare questa parte di litorale completamente devastato dall’urbanizzazione selvaggia ed invece devo dire che la presenza dei grandi resort si fa sentire, ma tutto sommato il mix che si crea con la parte naturale della costa rende il tutto piuttosto armonioso.

Le due spiagge più famose sono molto ampie e mentre Las Americas è più adatta a chi non teme le onde, Los Cristianos è riparata dall’irruenza dell’oceano e quindi più adatta a famiglie e vacanzieri tranquilli.

Le spiagge
Il litorale di Arona

>COSTA DEL SILENCIO: cosa vedere a Tenerife sud

Il litorale dell’estremo sud di Tenerife si identifica con la Costa del Silencio, così chiamata proprio per la quiete che questi luoghi trasmettono.

Perlopiù occupata da complessi turistici e residenziali apprezzati soprattutto dai turisti inglesi, tedeschi e belgi, quest’area è molto popolare anche per chi ha deciso di vivere e lavorare a Tenerife.

A parte le spiagge della vicina Las Galletas, la costa qui è prevalentemente rocciosa e frastagliata con insenature popolari tra gli amanti dello snorkeling.

Seppur la zona sia di poche pretese, soggiornare nei pressi di Las Galletas, cittadina adiacente alla Costa del Silencio, vi permetterà di risparmiare qualcosa rispetto alle più costose sistemazioni della vicina Costa Adeje, che potrete comunque raggiungere comodamente in auto oppure in bus.

Il porto a Las Galletas

>PARCO RURALE DI ANAGA: cosa vedere a Tenerife nord

La zona a nord est di Tenerife è occupata da un’area naturale protetta che comprende una catena montuosa dalle vette ripide e da vallate che scendono a picco verso il mare.

Ai piedi di queste gole si sono formate alcune tra le spiagge più selvagge dell’isola, raggiungibili solo a piedi o in barca.

Il contrasto tra montagna e mare regala paesaggi mozzafiato e la presenza di flora e fauna endemica lo rende uno dei paradisi della biodiversità.

Per accedere al parco si possono percorrere due strade, in auto oppure in bus:

  • l’autostrada TF-12 che parte da Las Mercedes vicino a La Laguna.
  • la strada in salita da San Andrés,nei pressi della Playa de las Teresitas vicino a Santa Cruz.

>PUERTO DE LA CRUZ: dove fare il bagno a Tenerife nord

Questa cittadina situata nel nord di Tenerife è una bella scoperta per chi cerca una vita balneare più tranquilla rispetto a quella mondana offerta dalle blasonate località della Costa Adeje.

Puerto de La Cruz si presenta con un caratteristico centro storico e un’ampia gamma di negozi, ristoranti ed alloggi turistici adatti ad ogni tipo di budget.

Le sue spiagge di sabbia nera sono ben attrezzate e sicuramente quella di maggior interesse è Playa Jardin inserita in un’area che offre ristoranti, zone relax, divertimenti e tanti altri servizi, oltre a regalare una splendida vista sulla cima del Teide.

Cosa non perdere a Puerto de la Cruz?

  • Eremo di San Telmo: un piccolo tempio dedicato ai minatori sulla passeggiata che costeggia il mare;
  • Castello di San Felipe: una piccola fortezza situata sul lungomare che aveva una funzione difensiva dagli attacchi dei pirati;
  • Plaza de Europa: simile a una fortezza è la piazza più caratteristica della città a picco sul mare;
  • Lago Martianez: le sette piscine di acqua salata scavate nella roccia vulcanica di questo complesso sono una delle cose da fare assolutamente a Tenerife. L’ingresso costa 5,50 euro e dà diritto ad accedere ad un lago artificiale e ai giardini.
  • Loro Parque: uno dei parchi zoologici migliori al mondo per la quantità di specie animali che ospita ed una delle attrazioni più visitate dell’isola.

Acquista qui i biglietti per il Loro Parque

Puerto de la Cruz
Playa de Jardin

>SANTA CRUZ DE TENERIFE : la città principale di Tenerife

Dopo l’eruzione che distrusse il porto di Garachico, il potere commerciale dell’isola venne trasferito qui e ben presto Santa Cruz divenne anche il centro politico dell’isola, rubando la scena in tal senso a La Laguna.

In continua espansione, moderna e cosmopolita, la città è animata da uno spirito frizzante e vi assicuro che lasciarsi prendere dalla smania dello shopping nei negozi dei suoi viali oppure entrare ed uscire dai locali alla moda, è piuttosto facile.

Santa Cruz offre anche numerose attrazioni da visitare :

  • Auditorium Adan Martin : progettato dal famoso architetto Santiago Calatrava, è un avveniristico edificio moderno a ridosso del litorale. Il suo bianco acceso contrasta con il blu del cielo e del mare;
  • Mercado de África: fondato negli anni ’40 è stato il mercato municipale e il suo ingresso ricorda le medine delle città arabe;
  • Parco García Sanabria: piante tropicali, palme e varie specie esotiche organizzate in un bellissimo spazio verde.

Nei pressi di Santa Cruz ( a 7 Km dall città) si estende inoltre una della spiagge più belle ed ampie dell’isola, Playa de las Teresitas, una grande distesa di sabbia fine dorata portata dal vicino deserto del Sahara, delimitata da grandi palme e bagnata da acque calme.

Auditorium Adan Martin
Playa de las Teresitas

>LAS MARGARITAS BANANA EXPERIENCE: cosa fare a Tenerife

Tra le esperienze da fare a Tenerife c’è assolutamente visitare una piantagione di banane.

La coltivazione del platano canario è la più importante delle Isole Canarie e lo sviluppo della sua industria è di fondamentale importanza per l’economia dell’arcipelago. A Tenerife si coltivano principalmente banane di piccole medie dimensioni e quello che vi sorprenderà è la loro spiccata dolcezza, che le rende distinguibili dalle altre in commercio.

Per saperne di più su queste coltivazioni che si vedono sparse un po’ su tutta l’isola, ho deciso di visitare il bananeto de la Finca Las Margaritas Banana Experience nei pressi di Las Galletas.

L’ingresso costa 8 euro e la visita può essere libera, seguendo il percorso indicato dai pannelli informativi, oppure (scelta consigliata) potete partecipare all’ interessantissima visita guidata delle 11 al termine della quale degustare tanti assaggi di prodotti locali.

La prenotazione è consigliata e vi invito a consultare il loro sito www.lasmargaritasbananaexperience.com

>PLAYA DE LOS ROQUES: una delle spiagge più selvagge di Tenerife

Spiaggia un po’ nascosta, ma di una bellezza rara.

Le due grandi rocce di origine vulcanica, simili a dei faraglioni, emergono dalle acque e sembrano sfidare l’impeto delle onde, mentre la spiaggia nera, per metà di sassolini, si svela meglio con la bassa marea.

Per raggiungerla bisogna arrivare in località Los Realejos, parcheggiare nei pressi dell’Hotel Acapulco e poi percorrere un sentiero che si snoda sulla scogliera, tra cactus e vegetazione rigogliosa.

Unica pecca: i due hotel costruiti a picco sul mare che rovinano il panorama circostante mentre si percorre la discesa.

>ICOD DE LOS VINOS: l’albero del drago più vecchio del mondo

Località resa famosa dalla presenza di uno degli alberi più longevi del pianeta: il Drago Millenario, un esemplare di questa specie che ha più di 800 anni.

A Icod de los Vinos però non c’è solo il Parco del Drago: la cittadina situata tra Garachico e Puerto de la Cruz ha un gran fascino grazie alle architetture tipiche canarie e alla sua tradizione vitivinicola, che ancora oggi rappresenta un settore economico rilevante.

Cosa non perdere a Icod de Los Vinos:

  • Cueva del vento: un tunnel vulcanico di 17 km di estensione che permette di ammirare da vicino le formazioni lasciate dalla lava al suo passaggio;
  • Museo del platano: per scoprire tutto su uno dei prodotti di punta della gastronomia di Tenerife
  • Plaza Andrés de Lorenzo Cáceres: per avere una vista privilegiata sull’albero e ammirare gli altri monumenti tra i quali la Chiesa di San Marco e un antico chiostro;
  • Museo Guanche: un viaggio tra la cultura e le usanze dei guanci, la popolazione primitiva aborigena delle Canarie.

Qui trovi i biglietti per il parco del Drago Millenario

Il Drago Millenario

>LOS GIGANTES: le scogliere più alte di Tenerife

Questa località è famosa per le sue impressionanti scogliere che cadono a picco sul mare e che si estendono per oltre 10 km.

Le pareti verticali delle Acantilados de Los Gigantes sono le più alte di tutte le Canarie e sovrastano questo piccolo borgo che possiede anche un piccolo porto turistico ed alcune belle spiagge vulcaniche nei dintorni.

Altamente consigliata una gita in barca da Puerto Santiago per per ammirare la maestosità delle scogliere, scoprire piccole calette nascoste e fare whale watching, un’altra attività da non perdere a Tenerife.

Los Gigantes

 

Per scoprire altro sulla Spagna leggete anche:

>> Se vi è piaciuto questo articolo lasciate un commento o condividetelo sui vostri social preferiti!

Per rimanere sempre aggiornati venite a trovarmi su Instagram e su Facebook!

Comments

  1. Fabio Rispondi

    Quante belle cose da vedere a Tenerife! La natura regna sovrana. Spero di andarci presto… magari in autunno!

  2. Daniele & Marilena Rispondi

    Io (Daniele) ho visitato Tenerife parecchi anni fa ma non sono rimasto per niente soddisfatto di quel viaggio.
    Oggi poi leggo questo splendido articolo e mi sono reso conto di quanto poco ho visto sull’isola e del fatto che questa meta meriterebbe una seconda possibilità!

  3. Valentina Rispondi

    Non sono mai stata a Tenerife e leggendo il tuo articolo mi è venuta proprio voglia di andarci! Quello che mi ispira di più è l’escursione al Parco Nazionale del Teide per vedere il vulcano, non sapevo che fosse il terzo più grande al mondo!

  4. ANNA & BEPPE Rispondi

    Che isola meravigliosa, la natura la fa proprio da padrona! Ci piacciono molto i vulcani (Beppe è napoletano e gioca in casa!!) e la possibilità di vederne uno anche su questa isola ci entusiasma! Speriamo di vederla presto anche noi!

    • Nicoletta Rispondi

      E’ davvero stupenda perché qui la natura è la regina incontrastata! Vi auguro di scoprirla presto!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.