VALLE DEI LAGHI:COSA VEDERE E COSA FARE NEI DINTORNI DI TRENTO

Una destinazione in Trentino insolita: cosa vedere a Valle dei Laghi vicino a Trento, un territorio immerso nella natura e nelle tradizioni enogastronomiche per un viaggio dai connotati slow e green.


Se vi piacciono le passeggiate nella natura, i lungolaghi, le distese di vigneti e la buona cucina allora non potete perdervi una zona del Trentino che per me è stata una vera e propria rivelazione: la Valle dei Laghi.

Situata a nord di Riva del Garda e poco distante da Trento, Valle dei Laghi proprio come suggerisce il nome è un territorio dove l’acqua la fa da padrone.

Sono infatti numerosissimi i bacini lacustri più o meno estesi adagiati ai piedi di queste montagne che creano paesaggi naturali unici oltre che le condizioni ideali per lo sviluppo di alcune produzioni vitivinicole che hanno origine solo qui.

 Vallelaghi è l’ideale se cercate una meta rilassante, ma al tempo stesso ricca di storia e tradizione.

VALLE DEI LAGHI COSA VEDERE E COSA FARE IN UN WEEKEND

In questo articolo ho raccolto le principali cose da vedere e da fare a Vallelaghi se avete a disposizione pochi giorni di visita.

Il territorio non è molto esteso e tutte le principali attrazioni sono velocemente raggiungibili, ma i luoghi di interesse sono parecchi quindi una buona organizzazione è fortemente consigliata per strutturare un itinerario funzionale e alla portata di tutti.

MAPPA DEI LUOGHI DI INTERESSE DI VALLELAGHI

Di seguito ecco una mappa all’interno della quale ho indicato tutte le principali attrazioni che troverete nell’articolo, in modo che possiate farvi un’idea della loro collocazione sul territorio.

Può farvi piacere sapere che parecchie di queste cose da vedere a Valle dei Laghi sono ad ingresso gratuito o ridotto se siete possessori della Trentino Guest Card ( clicca qui per sapere come ottenerla).

CASA CAVEAU: il museo enologico dedicato al Vino Santo Trentino

Nella piccola piazzetta del mercato di Padergnone, frazione di ValleLaghi, sorge un luogo custode della storia e delle tradizioni del pregiato VINO SANTO TRENTINO DOC, uno dei migliori vini passiti d’Italia,  risultato di un lungo lavoro di produzione che coinvolge il vitigno Nosiola.

La visita è strutturata seguendo il percorso informativo con sette stazioni didattiche, che ha inizio al parcheggio del Lago di Santa Massenza, fino ad arrivare a Casa Caveau che ha sede in un’ antico appassitoio, restaurato proprio per dar vita a questo progetto di valorizzazione.

All’interno del museo enologico l’approccio alla visita diventa più sensoriale con i racconti della guida che vengono intervallati da esperienze interattive che coinvolgono i 5 sensi: vari filmati, un tavolo multimediale, un’esperienza olfattiva ed infine la degustazione di vari tipi di vin santo.

Per visitare Casa Caveau è obbligatoria la prenotazione. Potete trovare maggiori info sugli orari visitando il sito www.casacaveauvinosanto.com

ORARI E PREZZI BIGLIETTO

Ingresso con visita guidata + assaggio di Vino Santo Trentino: 10,00€ a persona

Ingresso sola visita guidata: 5,00€ a persona. Gratuito fino ai 6 anni.

Per i possessori di Trentino Guest Card è prevista una riduzione.

Casa Caveau
Interni del museo

IL LAGO DI TOBLINO : cosa vedere a Valle dei Laghi

Uno dei laghi più suggestivi di tutto il Trentino si trova a Vallelaghi : sto parlando del Lago di Toblino, sovrastato dal suo affascinante castello che emerge dalle acque come in un sogno dal sapore romantico.

Il lungo lago è costeggiato su una sponda da una passerella che potete percorrere dal parcheggio Sarche e che conduce fino al Lago di Santa Massenza ( circa 40 minuti di cammino).

Lungo il percorso dei pannelli informativi vi daranno informazioni sulla formazione del lago e sulla flora e fauna che popolano la zona e vi accompagneranno fino all’ingresso del fiabesco castello con la sua torre cilindrica, le mura di cinta ed il ponte.

Oggi il castello è occupato da un ristorante e quindi non è visitabile all’interno, a meno che siate dei clienti.

Il lago di Toblino

LA CENTRALE IDROELETTRICA DI SANTA MASSENZA: come si ottiene energia pulita

Un tema molto caldo in questi ultimi tempi è proprio quello delle fonti rinnovabili, quindi non potevo lasciarmi sfuggire l’occasione di visitare dal vivo un impianto che produce energia pulita al 100% e che a posteriori si è rivelata una delle cose più interessanti da vedere a Valle dei Laghi.

La centrale idroelettrica di Santa Massenza, inaugurata nel 1955 quando si fregiava del titolo di essere la più potente d’Europa, oggi è gestita dal gruppo Dolomiti Energia e fa parte di un complesso sistema idrico che sfrutta le acque del bacino del fiume Sarca per trasformare la loro forza in energia.

Dopo un’introduzione con l’ausilio di filmati e plastici che vi darà una panoramica generale sulle centrali presenti in Trentino, la guida vi condurrà, attraverso un tunnel lungo circa 400 metri, all’interno del Monte Gazza, dove ha sede il cuore pulsante di questa centrale per scoprire tutto sul suo funzionamento.

Una visita guidata della durata di due ore al termine della quale avrete le idee molto più chiare su questo tipo di produzione, ma soprattutto sull’uso consapevole dell’energia e sulle conseguenze che il suo spreco comporta.

Per maggiori informazioni su orari e prezzi delle visite guidate potete consultare il sito Hydrotour Dolomiti.

 

 

Visita alla centrale
Interni della centrale @credits Garda Trentino

LA ROGGIA DI CALAVINO: dove fare una passeggiata tra la natura

Se siete amanti del trekking o semplicemente volete fare una bella passeggiata tra la natura, raggiungere la Roggia di Calavino è sicuramente una delle cose da fare a Valle dei Laghi.

Il percorso parte nei pressi di Santa Massenza, proprio dietro alla pizzeria Il Giardino delle Spezie, nei dintorni della quale potete posteggiare l’auto.

Seguendo il sentiero si percorre il corso del torrente tra folta vegetazione, cascatelle e pozze d’acqua fino ad arrivare al piccolo borgo di Calavino.

Il trekking completo dura circa due ore, ma potete anche solo arrivare alla Forra dei Canevai che si trova proprio nella prima parte del percorso ed è sicuramente il tratto più suggestivo.

Scorci dal sentiero della Roggia di Calavino

LA STRADA NELLA ROCCIA PER RANZO: dove vedere il miglior panorama di Valle dei Laghi

Per ammirare un panorama strepitoso dall’alto vi consiglio di ritagliarvi del tempo per percorrere la strada che da Vezzano conduce al piccolo borgo di Ranzo.

La strada panoramica è molto stretta ed è stata scavata nella roccia quindi bisogna prestare un minimo di attenzione, ma ne vale sciuramente la pena perché lungo il percorso potrete sostare in un paio di punti panoramici dove accostare l’auto per ammirare dall’alto il lago di Toblino e la Valle dei Laghi.

Per tornare in zona ed evitare di fare giri troppo lunghi vi suggerisco, una volta arrivati a Ranzo, di percorrerla in senso inverso.

La strada e i suoi panorami

LE DEGUSTAZIONI DI GRAPPE: cosa fare a Vallelaghi

Una delle cose da fare sicuramente a Vallelaghi è recarvi nel borgo di Santa Massenza per partecipare a una degustazione di grappe e scoprire di più su un’eccellenza locale che è fortemente legata alla storia e alla collocazione geografica di questo piccolo borgo di centocinquanta anime.

Nel panorama della distillazione italiana, il trascorso di Santa Massenza e dei suoi produttori rappresenta qualcosa di unico: riparata dalle montagne e mitigata dell’Ora, il vento proveniente da Riva del Garda, qui si compie il miracolo enologico e non solo, visto che questa è anche terra di produzione di olio.

Dapprima fondo agricolo appartenuto ai vescovi di Trento, Santa Massenza conobbe l’indipendenza dal monopolio vescovile dopo l’arrivo di Napoleone quando, fino allo scoppio delle guerre mondiali, si ebbe notizia di circa 13 distillerie private sul suo territorio.

Oggi a custodire questa preziosa arte rimangono poche famiglie che portano tutte lo stesso cognome: i Poli, capitanate del veterano della distilleria locale Giovanni Poli.

Ed è proprio nei locali dell’azienda del Sig. Giovanni e dei suoi figli che ho avuto il piacere di esplorare da vicino questo mondo, di assaggiare i frutti del loro duro lavoro e di ascoltare una storia familiare fatta di sacrifici e di tanta passione.

Una visita guidata intensa tra alambicchi, botti e distillatori che sono certa non mancherà di affascinare anche gli astemi.

Per prenotare la vostra visita e degustazione potete contattare la Famiglia Poli telefonando allo 0461/864119 oppure consultando il sito giovannipolisantamassenza.it

Distilleria Giovanni Poli

IL CASTELLO DI DRENA: cosa vedere nei dintorni di Trento

Tra le cose da vedere nei dintorni di Trento e in zona Valle dei laghi, c’è un bel castello che conserva tutto il suo fascino storico.

Situato sulla sommità di un’altura rocciosa, il Castello di Drena è un’antica fortezza medievale, un tempo di proprietà della nobile famiglia Arco, che domina tutta la vallata del Sarca ed offre un panorama unico sul territorio circostante.

Salendo infatti sulla torre del mastio alta 25 metri si ha un’ampia visuale sul paese di Drena e sulle Marocche di Dro, ovvero un’ampia distese di rocce franate in seguito ad un fenomeno geomorfologico, che conferiscono al paesaggio un aspetto quasi lunare.

Potete scegliere se parcheggiare l’auto ai piedi del castello oppure raggiungerlo percorrendo il sentiero verso il bosco che parte nei pressi della strada provinciale 84 e che per un primo tratto è accomunato al percorso che conduce alla Via Ferrata di Rio Sallagoni, riservata agli esperti ( per il sentiero normale al bivio girate a sinistra).

All’ingresso del castello vi verrà consegnata una mappa per visitare tutti gli ambienti in autonomia, inoltre alcune sale ospitano un’interessante esposizione di reperti archeologici.

ORARI E PREZZI BIGLIETTO

Ingressi : € 4,00 intero / € 3,00 ridotto (12>18 / over 60 / gruppi 20+ pers. / Garda Promotions Card)

Ingresso gratuito : Minori di 12 anni, scolari, disabili, guide turistiche in servizio, militari in divisa, residenti Drena, Braila, Luch e possessori Trentino Guest Card.

Gli orari di apertura possono variare in base alla stagione quindi vi invito a consultare la pagina dedicata sul sito di Garda Trentino

Scorci del Castello

DOVE MANGIARE A VALLE DEI LAGHI: i migliori ristoranti

La visita ad un territorio non si può dire completa senza prima aver assaggiato le specialità della cucina locale.

Questa zona è ricca di eccellenze enogastronomiche e non avrete sicuramente il problema di trovare ciò che delizierà il vostro palato.

Durante la mia permanenza a Vallelaghi ho avuto modo di provare la cucina tradizionale del territorio in alcuni ristoranti che voglio assolutamente consigliarvi:

HOSTERIA TOBLINO

Collocata a fianco della famosa Cantina Toblino a Sarche di Calavino, la moderna Hosteria strizza l’occhio alle tradizioni reinventandole con creatività.

La massiccia presenza del legno rende gli ambienti conviviali e le proposte del giorno scritte sulla lavagna richiamano i vecchi tempi.

Cucina ottima e vini ovviamente marchiati Cantina Toblino.

Per info e prenotazioni www.toblino.it/hosteria/ristorante

Hosteria Toblino

OSTERIA CA’ DEI GIOSI

Ricavata dalle vecchie stalle di un’antica casa di Covelo di Vallelaghi, l’Osteria propone ricette tradizionali, realizzate con ottime materie prime, porzioni abbondanti ed un ambiente sincero e familiare.

Ottimi i canederli e il filetto di salmerino, tipico pesce di fiume o lago alpino che si ritrova spesso nei menù dei ristoranti locali.

Per info e prenotazioni consultate il sito www.cadeigiosi.it

Osteria Ca’ dei Giosi

RISTORANTE LA CASINA

Situato a Drena questo ristorante vi stupirà per la ricercatezza dei piatti proposti dalla giovane e talentuosa chef Giada. Un mix di tradizione ed innovazione che ritroverete in ogni portata e una passione per i prodotti a Km 0 provenienti da piccole aziende locali.

Nota di merito : La Casina è il ristorante vincitore della puntata dello show televisivo “4 ristoranti” dedicata ristoranti eco green              del Trentino. Direi che è quindi d’obbligo verificare di persona questa meritata vittoria!

Per maggiori info e prenotazioni www.ristorantelacasina.com

Ristorante La Casina

DOVE DORMIRE A VALLELAGHI: l’Agritur Dolce Mela

La forte impronta naturalistica di questa meta si sposa benissimo con l’alloggio che vi suggerisco di riservare se decidete di fare un viaggio in Valle dei laghi: lAgritur La Dolce Mela.

Immerso nel verde e nei suoni della natura, questo agriturismo si inserisce perfettamente nel contesto circostante grazie ad un sapiente lavoro architettonico e di scelta dei materiali.

Le camere sono accoglienti, intime, dotate di ogni comfort ( le suite hanno una piccola spa interna) con l’essenza del legno che conferisce loro il tipico tratto alpino.

La colazione con prodotti biologici e a km zero vi permetterà di iniziare al meglio la giornata che non potrà che concludersi con un rigenerante bagno nella bio piscina situata nello spazioso giardino esterno.

Il posto ideale per staccare la spina e ritagliarsi del tempo per se stessi!

L’esterno dell’Agritur la Dolce Mela
Alcuni ambienti dell’Agritur

>> Se vi è piaciuto questo articolo lasciate un commento o condividetelo sui vostri social preferiti!

Per rimanere sempre aggiornati venite a trovarmi su Instagram e su Facebook!

Comments

  1. ANNA & BEPPE Rispondi

    Ciao Nicoletta! Ma che bella zona che hai scoperto! Ci sono un sacco di cose belle da vedere e di cose buone da mangiare!!! Il Lago di Toblino ci ispira un sacco!!!

  2. Fabio Rispondi

    Sono stato anche io in Vallelaghi, nei dintorni di Trento, e mi sono meravigliato per le bellissime cose da fare e da vedere in zona. Consigliatissimo anche l’Agritur La Dolce Mela!

  3. Viola Rispondi

    Non sono mai stata in questa zona e, a dir la verità, proprio non la conoscevo quindi è stata una bella scoperta! Sicuramente se capiterò da quelle parti mi fermerò almeno una notte, A proposito, grazie per il consiglio sull’alloggio! 🙂

  4. Daniele & Marilena | Fiveintravel Rispondi

    Qualche giorno fa ci avevi consigliato questa zona in un nostro post di Instagram e siamo davvero felicissimi di poter esplorare Vallelaghi attraverso questo splendido articolo!
    Da buoni amanti del vino abbiamo apprezzato moltissimo Casa Caveau (non conoscevamo il Vino Santo Trentino) e la degustazione di grappe della Distilleria Poli.
    Come al solito i tuoi articoli sono davvero ricchi di informazioni utili!

  5. Valentina Rispondi

    Non sono mai stata nella Valle dei Laghi anche se adoro il Trentino e sicuramente mi piacerebbe! Il Castello di Drena sembra molto bello, lo visiterei sicuramente. E dev’essere molto interessante anche fare la degustazione di grappe

  6. Federica Assirelli Rispondi

    Molto piacevole questo itinerario in una zona che non conosco per niente. C’è un po’ di tutto, fra luoghi ed esperienze, per accontentare il gusto di tutti!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.