CASA MUSEO BOSCHI-DI STEFANO: UNA FULL IMMERSION NELL’ARTE

Volete riempirvi gli occhi di arte? Allora visitare la casa museo Boschi Di Stefano è sicuramente quello che fa per voi!

La casa si trova a Milano centro, a pochi passi dal famigerato Corso Buenos Aires, al terzo piano di una palazzina signorile di inizio Novecento progettata dall’architetto Portaluppi.

Appena varcata la soglia dell’appartamento, sarete trasportati da un’atmosfera sospesa nel tempo e vi ritroverete circondati dalla bellezza: più di 300 opere d’arte affollano infatti le pareti e gli spazi di Casa Boschi Di Stefano.

CHI ERANO I CONIUGI BOSCHI- DI STEFANO?

Luigi Boschi e Marieda si conoscono nel 1926 durante una vacanza in Val Sesia e non si lasciano più.  Si potrebbe tranquillamente affermare che il loro è stato un vero e proprio colpo di fulmine, perché i coniugi decidono di sposarsi appena qualche mese dopo il loro incontro.

Lui, ingegnere con una carriera in ascesa alla Pirelli, lei scultrice di ceramiche, decidono di andare a vivere in questo appartamento milanese il quale diventerà il fulcro e il simbolo della passione verso l’arte del loro secolo.

Nel corso degli anni, accumulano oltre 2000 opere tra dipinti, sculture, mobili di design e strumenti musicali pregiati: tutti capolavori che oggi vengono tutelati dalla fondazione Boschi, istituita dopo la morte di Luigi e Marieda.

 

LA COLLEZIONE

L’idea di Luigi Boschi era quella che l’arte dovesse riflettere e testimoniare il periodo storico di appartenenza senza pregiudizi, ecco perché nella collezione sono presenti artisti dagli ideali anche contrapposti tra loro ed appartenenti a diversi movimenti artistici dall’inizio del Novecento fino alla metà del XX secolo.

Percorrendo tutte e dieci le sale espositive della casa, appositamente riadattate per essere il più possibile fruibili dai visitatori, ci si immerge totalmente nell’arte, soprattutto quella pittorica, accompagnati da nomi del calibro di De Chirico, Boccioni, Carrà, Fontana e Piero Manzoni, solo per citarne alcuni.

Per godere appieno di questa casa museo, conviene ascoltare direttamente dalla voce dei più esperti la storia dei coniugi e quella delle opere esposte, per questo consiglio vivamente di partecipare ad una visita guidata.

Il mio suggerimento è quello di scegliere il tour proposto da Milanoguida, una giovane realtà milanese che si avvale della collaborazione di guide molto competenti e che organizza diverse visite a mostre, palazzi, monumenti e luoghi insoliti di Milano e dintorni.

Potete trovare il calendario delle visite e tutte le loro proposte sul sito www.milanoguida.com

INFORMAZIONI UTILI

L’ ingresso alla casa museo è gratuito.

L’appartamento è visitabile dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

 

 

 

Comments

  1. Fabio Rispondi

    A me é piaciuta davvero molto questa casa museo! Una visita guidata è consigliata per apprezzarla al meglio 😉

  2. Valentina Rispondi

    Non conoscevo questa casa-museo ma sembra bellissima! Tra l’altro è qui vicina, quindi me la segno e spero di visitarla presto. Grazie per il consiglio!

  3. Cécile Rispondi

    Non conoscevo questa casa museo, eppure abitiamo a 200m da Corso Buenos Aires. Mi sembra una bella alternativa per un sabato pomeriggio.

  4. Anna Rispondi

    Ripensare alla passione con cui i coniugi hanno collezionato tutte queste opere è emozionante! Mi hai svelato una vera chicca in quel di Milano!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

shares