MEET THE BLOGGER: Vi presento Viola di Wanderlust Viola

Oggi scopriamo i gusti musicali di Viola, una viaggiatrice libera che ha deciso di investire tutto nei suoi viaggi e di raccontarceli attraverso il travel blog wanderlustviola.

Già dal nome del suo sito web si intuisce che Viola soffre di una patologia fortunatamente incurabile : la sindrome da wanderlust.

A proposito sapete da dove deriva questo termine usato fin dal romanticismo? Wanderlust ha origine dalle parole tedesche Wander (vagare) e Lust (desiderio) ed indica la voglia irrefrenabile di andare oltre il proprio mondo, alla scoperta dell’ignoto.

Direi che Viola esprime appieno questo desiderio di libertà, rappresentato anche dalle canzoni che ascolta. Scopriamole insieme.

INTERVISTA WANDERLUST VIOLA

Durante i tuoi viaggi on the road ti piace ascoltare musica? Solitamente preferisci la radio o crei una playlist da viaggio?

Impossibile pensare ad un on the road senza musica! Di solito ascolto poco la radio perché amo creare delle playlist.

Ascolto principalmente musica dagli anni 60 agli anni 80 in viaggio. Credo molte canzoni di quel periodo siano perfette. Sembrano fatte apposta per i viaggi on the road.

Mi vengono in mente canzoni come Have you ever seen the rain dei Creedence o More than a Feeling dei Boston. Se conosci le canzoni sai perché le ho suggerite. Le trovo perfette e quando le ascolto penso sempre a un viaggio on the road che mi piacerebbe fare!

Come saprai, a me piace abbinare ad ogni luogo una canzone? ora tocca a te! Recentemente sei stata a Lanzarote. Dimmi una canzone che associ a questo posto e perché.

A Lanzarote posso associare la canzone Born to be wild. Perché Lanzarote è selvaggia.

Ha paesaggi che conquistano con quel contrasto tra la sabbia rossa, le rocce nere, il blu del cielo e dell’oceano. E’ così incredibilmente affascinante!

Se dovessi scegliere la colonna sonora della tua vita, quale sarebbe?

Difficile trovare una colonna sonora che possa rappresentare la mia vita.

Ogni fase, che poi corrisponde ai vari passaggi e cambiamenti della vita, ha avuto un genere diverso e una canzone rappresentativa. Dal pop della prima adolescenza al rock/hard rock che non ho più lasciato e che tutt’ora resta il mio genere preferito. Posso dire però che una delle canzoni a cui sono più legata e che rappresenta l’ultimo periodo della mia vita : Learning to Fly dei Pink Floyd.

Per me rappresenta il cambiamento, quella voglia di iniziare qualcosa di nuovo, di non aver paura di imparare a volare e sentirsi liberi. E per me è stato così quando ho deciso di lasciare il lavoro a tempo indeterminato e seguire le mie passioni.

Qual è il tuo genere musicale preferito? E quale città al mondo potrebbe rappresentare questo genere?

Come ti ho già detto il mio genere preferito è sicuramente il rock e una città  assolutamente rock per me è  Londra.

Quali saranno i tuoi prossimi viaggi del 2020?

Al momento impossibile pensare ai prossimi viaggi.

Avevo tanti progetti per il 2020 che praticamente, come un po’ per tutti, sono andati in fumo. Avrei voluto visitare la Turchia e la Giordania ma probabilmente potrò farlo solo il prossimo anno. Ma avevo anche diversi viaggi previsti nel nostro Bel Paese. E quelli spero di doverli rimandare ancora per poco.

Sicuramente l’Italia avrà  bisogno di noi e noi blogger abbiamo la possibilità di parlare alla nostra community che ormai è quasi come una famiglia e spronare chi ci segue ad organizzare, quando sarà possibile, viaggi in Italia.

Potete leggere la seconda parte dell’intervista a Wanderlust Viola su www.tusoperator.it


 

Comments

  1. Elina Rispondi

    Bellissima intervista, complimenti! Purtroppo siamo un pò tutti sulla stessa barca, anche se è difficile pensare ai prossimi viaggi, traspare il desiderio di tornare a farlo ovunque e il prima possibile.
    Seguiamo Viola con piacere 🙂

  2. Viola Rispondi

    Cara Nicoletta, grazie! ? È stata una bella chiacchierata, una intervista diversa che ho fatto con vero piacere! Speriamo di tornare presto a viaggiare!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.