COSA VEDERE A SALISBURGO E DINTORNI: guida alla scoperta della città di Mozart

Mini guida per esplorare la città austriaca perfetta per gli amanti della musica: cosa vedere a Salisburgo in un giorno e qualche consiglio su cosa fare in estate nei dintorni


Salisburgo è spesso meta sottovalutata, eppure quando ci vai non ne capisci le motivazioni visto la bellezza del suo centro storico e dei panorami circostanti.

Quando si arriva a Salisburgo si viene da subito assaliti da un’atmosfera che ricorda le fiabe ed i racconti di stampo germanico: i campanili a punta, i tetti scuri, le guglie del centro storico ed il castello-fortezza che sovrasta la città sembrano catapultarti in un mondo d’altri tempi.

A completare questo incantevole quadretto romantico spuntano le montagne che incorniciano la città ed il fiume Salzach che serpeggia tra le due rive.

Passeggiare nel suo centro storico, dichiarato patrimonio dell’umanità nel 1997, equivale a fare un tuffo nel passato, ai tempi in cui i vescovi della città la trasformarono in un piccolo gioiellino ispirandosi soprattutto allo stile artistico ed architettonico del barocco italiano.

Salisburgo è poi la città natale di Mozart e tra le tante attività e cose da fare in città, la musica rimane saldamente al centro dell’attenzione e proposta in più declinazioni: dal rinomato festival della musica classica al colorato Electric Love Festival, passando per tante altre rassegne, testimoniano quanto quest’arte sia importante per la città.

COSA VEDERE E COSA FARE A SALISBURGO IN UNO O DUE GIORNI

In questo articolo voglio riassumervi le principali cose da vedere a Salisburgo se avete a disposizione un giorno e qualche suggerimento sulle cose da fare nei dintorni se potete fermarvi un weekend.

I luoghi di interessi di Salisburgo, come potete notare dalla mappa sottostante, sono concentrati un’area piuttosto limitata, quindi la città può essere benissimo esplorata a piedi senza particolare difficoltà.

Per visitare Salisburgo risparmiando vi consiglio inoltre di acquistare la SalzburgCard che comprende quasi tutti i musei e che quindi si ripaga con pochi ingressi.

Per maggiori informazioni sui vantaggi e per acquistare la Salzburg Card consultate questo link.

>PASSEGGIARE NEL CENTRO STORICO: scoprire gli edifici storici e religiosi di Salisburgo

L’Altstadt, ovvero il centro di Salisburgo è una piccola perla barocca perfettamente conservata.

La passeggiata può partire dall’imponente Cattedrale di Salisburgo ( ingresso 5 euro) progettata dall’architetto italiano Santino Solari ed edificata sui resti di due precedenti chiese paleocristiane. Appena fuori dal duomo ci si ritrova sulla Domplatz, la piazza che diventa un palcoscenico all’aperto durante il Festival della Musica che si svolge da fine Giugno.

Facendo pochi passi più in là si arriva invece al luogo che ospita il più grande Mercatino di Natale durante l’avvento, Residenz Platz, sulla quale, davanti alla fontana di Nettuno, si affaccia la maestosa Residenz, sede degli arcivescovi principi che custodisce varie stanze affrescate e che è visitabile con un biglietto cumulativo comprensivo del museo del Duomo e della Galleria.

Dopo questa scorpacciata di attrazioni storico culturali nella zona del DomQuartier, sarete pronti per dirigervi verso Getreidegasse, la via pedonale più caratteristica della città con le tipiche abitazioni e le insegne dei negozi in ferro battuto, comprese quelle delle grandi catene commerciali.

Salisburgo è un concentrato di edifici religiosi ( se ne contano circa una cinquantina) e durante la passeggiata in centro ne incontrerete parecchie. Oltre alla Cattedrale, meritano una visita la Kollegienkirche per la sua eleganza, l’Abbazia di S. Pietro con il suo portale in marmo rosso e la Franziskanerkirche, ossia la Chiesa dei Francescani, con il coro gotico ed il soffitto a ragnatela.

Non lontano da San Pietro c’è anche St. Peter Erzabtei, un’abbazia benedettina circondata un tipico cimitero austriaco dal quale si accede alla zona delle catacombe.

cosa vedere a salisburgo
La fontana su Residenz Platz

>VISITARE LA CASA MUSEO DI MOZART: cosa vedere a Salisburgo

Salisburgo è la città natale di uno dei più grandi e geniali compositori musicali mai esistiti e proprio al numero 9 di Getreidegasse è ubicata la sua casa natale, oggi trasformata in museo.

Dalla sua nascita, avvenuta il 27 Gennaio 1756 e per i successivi 26 anni, Mozart e la sua famiglia vissero in questo appartamento situato al terzo piano dell’edificio, prima di trasferirsi nell’abitazione di Makartplatz (anch’essa visitabile) che custodisce anche le prime composizioni dell’artista.

La casa museo è visitabile con un giro di circa un’ora durante il quale, attraverso la ricostruzione di un appartamento borghese del Settecento, potrete ammirare il mobilio e gli oggetti di vita quotidiana usati durante l’epoca.

Conservati nei locali originali ci sono poi documenti, ricordi, una collezione di ritratti e strumenti musicali usati dal piccolo Mozart, tra i quali il suo violino e il clavicordo.

Un viaggio nell’infanzia del bambino prodigio della musica classica che attira ogni anno migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo.

ORARI DI APERTURA: Ogni giorno ore 9-17.30 Vigilia di Natale: ore 9-15. Visite guidate su richiesta.

COSTO INGRESSO: euro 12,00 adulti / 4,00 bambini. Possibilità di acquistare un biglietto cumulativo con la casa d’abitazione a 18,50 euro. Ingresso gratuito con la SalzburgCard.

Se oltre alla casa natale di Mozart volete scoprire altri punti di interesse legati al grande compositore vi consiglio:

Tour di Mozart a Salisburgo

cosa vedere a salisburgo
L’esterno dell’edificio della casa natale di Mozart

>SALIRE ALLA FORTEZZA DI HOHENSALZBURG: dove ammirare Salisburgo dall’alto

Tra le cose da vedere a Salisburgo c’è sicuramente il simbolo della città e punto panoramico imperdibile, ossia la fortezza di Hohensalzburg situata sulla sommità del monte Festungsberg.

Costruita nel 1077 e ampliata nel corso dei secoli successivi con lo scopo di difendere il principato dagli assalitori ( obiettivo raggiunto visto che non fu mai espugnata), oggi la fortezza ospita diversi musei interessanti tra i quali il Museo della Fortezza, il Museo delle Marionette e il Museo del Reggimento utili per indagare gli aspetti della vita dell’epoca all’interno della fortificazione.

L’interno è un po’ spoglio, ma esplorando il terzo piano è possibile visitare le Stanze dei principi con parte del mobilio originale risalente al 1500 e la Golden Stube in maiolica.

Un’altra esperienza da non perdere è il tour panoramico che consente di raggiungere la piattaforma panoramica partendo dal magazzino del sale nei sotterranei, passando per il camminamento merlato.

Io ho raggiunto la fortezza a piedi attraverso la bellissima passeggiata panoramica che delimita dall’alto una parte di città (il percorso è raggiungibile dall’ascensore a pagamento situato al Museo d’Arte Moderna), altrimenti se preferite evitare qualsiasi tipo di fatica, potete prendere la comoda funicolare che parte dalla Festungsgasse.

Per orari e prezzi dei biglietti che prevedono più opzioni di acquisto vi invito a consultare il sito ufficiale.

La vista dalla fortezza

>ASSAGGIARE LE FAMOSE PALLE DI MOZART: dove mangiare le originali Mozartkugeln

Oltre alla Sacher Torte e agli strudel, l’Austria è famosa anche per un’altra prelibatezza che ha origine proprio a Salisburgo: sto parlando delle cosiddette Palle di Mozart, i cioccolatini con ripieno di marzapane e pistacchi più famosi al mondo.

Creati a fine Ottocento, in onore del grande compositore Mozart, dal pasticciere Paul Furst, oggi ne esistono più versioni e più gusti, ma le uniche ed inimitabili praline originali sono quelle vendute dal Cafè Furst situato nella piazza del mercato Alter Markt.

Si riconoscono perché sono ricoperte da carta argentata con la classica effige di Mozart stampata sopra di colore blu.

Vale la pena provare anche altri dolcetti della pasticceria, magari seduti in piazzetta con un bel caffè fumante.

cosa vedere a salisburgo
Le palle di Mozart del Cafè Furst

>AMMIRARE I GIARDINI MIRABELL: cosa vedere a Salisburgo

A pochi passi dal centro storico sorge un luogo da cartolina: i giardini Mirabell.

Quest’area verde che circonda il castello di Mirabell, fatto costruire dal principe Dietrich per la sua amante e oggi sede dell’amministrazione comunale, vi sorprenderà per la sua bellezza ed eleganza oltre che per la prospettiva che apre la vista direttamente sulla fortezza e sulle cupole della città.

Vi consiglio una passeggiata tra la grande fontana che simboleggia i quattro elementi, il Teatro delle Siepi, la Fontana di Pegaso, le aiuole fiorite, il roseto ed il Giardino degli Gnomi.

I giardini sono aperti tutti i giorni dalle 6 del mattino fino a sera, salvo alcune chiusure invernali.

>RILASSARSI AL LAGO FUSCHL: cosa fare nei dintorni di Salisburgo

Se vi fermate a Salisburgo più di un giorno direi che un giro nei dintorni della città è d’obbligo, visto i panorami pazzeschi che questa zona d’Austria sa regalare.

In particolare il territorio è ricco di laghi, ma tra tutti quello più pulito e con un colore d’acqua cristallino è il lago Fuschlsee che si trova nella parte orientale della regione ed è raggiungibile in una ventina di minuti di auto da Salisburgo.

Le sue acque che tendono al turchese e talvolta al blu profondo, oltre al paesaggio mozzafiato delle montagne tutt’intorno, lo rendono una delle attrazioni naturali più suggestive della zona.

Sulle rive del Fuschlsee, diventato tra l’altro celebre in tutto il mondo perché scenario della trilogia dei film sulla principessa Sissi, sorge un’unica cittadina di 1500 abitanti, Fuschl am See.

Questa zona offre diverse opportunità tra le quali la possibilità per gli escursionisti di godersi la natura tra gli 11 km di sentieri e per gli amanti del paddle di praticare questo sport sulle bellissime acque del lago.

Alcuni scorci del lago Fuschlsee

>PARTECIPARE ALL’ELECTRIC LOVE FESTIVAL: cosa fare a Salisburgo in estate

Se venite a Salisburgo agli inizi di Luglio non potete ignorare uno degli eventi musicali più importanti che si svolgono a pochi km dalla città nella regione di Fuschlsee: l’Electric Love Festival.

Dal 2013 si svolge il secondo fine settimana di Luglio e raggruppa diversi artisti del panorama internazionale di musica dance e elettronica.

Tutti i migliori dj del mondo hanno solcato almeno una volta il main stage di questo evento che ogni anno attira più di 30.000 giovani e meno giovani all’insegna della musica e del divertimento colorato.

Il festival occupa l’area del moto-circuito di Salzburgring  sulla quale sono installati diversi palchi oltre a quello principale, aree ristoro, un parco divertimento e persino un camping.

Ho partecipato al festival durante le tre serate principali e vi assicuro che, aldilà dei gusti musicali, è impossibile non rimanere coinvolti dall’atmosfera di una manifestazione del genere che, oltre alle esibizioni, offre uno spettacolo di luci e colori davvero strepitoso.

Da Mozart alla dance, l’Austria conferma il suo grande amore per la musica attraverso la capacità di mantener viva la tradizioni classica unendo la voglia di stare al passo con i tempi.

Per maggiori info consultate il sito ufficiale www.electriclove.at

Il main stage
cosa vedere a salisburgo
Alcuni momenti dell’ELF2022

DOVE MANGIARE A SALISBURGO

Salisburgo non è solo arte e cultura, visto che si fa ricordare anche per la sua gastronomia tipica tra le quali spiccano specialità come la Kaspressknodel, la carne alla birra o la Salzburger Nockerl, un dolce che si ispira alle tre montagne che circondano la città.

Ecco un paio di consigli su dove mangiare a Salisburgo per soddisfare la vostra esperienza culinaria austriaca:

  • lo StiegKeller : situato nel cuore del centro questa storica birreria offre il meglio della cucina austriaca oltre che un’ampia scelta di birra locale e di degustazioni. Dal suo giardino si gode inoltre di una bellissima vista sulla città.
  • lo Stiftskeller St. Peter: ubicato nelle mura dell’abbazia di San Pietro si ritiene sia una delle locande più antiche d’Europa, visto che le testimonianze scritte lo collocano addirittura ai tempi di Carlo Magno. Oggi è un ristorante di livello che offre cucina locale ed internazionale con un mix di innovazione e tradizione inserita in un contesto unico.
Pranzo allo StiegKeller
Alcuni piatti dello Stiftskeller St. Peter

DOVE DORMIRE A SALISBURGO

L’offerta ricettiva di Salisburgo è ampia anche se i prezzi per la maggior parte delle strutture non sono da considerarsi dei più economici.

Durante la mia permanenza in città durante il festival ho trovato estremamente comodo per la sua posizione strategica ed estremamente tranquilla l’Arcotel Castellani.

Situato appena fuori dal centro storico, in direzione del Fuschlsee, questo hotel di categoria media ha un ottimo servizio, camere spaziose ed offre una colazione abbondante e variegata.

L’hotel ha al suo interno anche un parco ed una piccola cappella dove spesso vengono celebrati matrimoni.

 

Voi siete mai stati in questa splendida città austriaca?

Per scoprire di più su Salisburgo e il territorio salisburghese vi invito a consultare la pagina www.salzburgerland.com

 

>> Se vi è piaciuto questo articolo lasciate un commento o condividetelo sui vostri social preferiti!

Per rimanere sempre aggiornati venite a trovarmi su Instagram e su Facebook!

Comments

  1. Fabio Rispondi

    Bellissima Salisburgo! Ci sono molte cose da vedere ed è semplice da visitare. Ottimi consigli!

  2. Anna Rispondi

    È da tanto tempo che voglio visitare Salisburgo, ma non ci sono ancora riuscita. In compenso però le palle di Mozart le ho provate! 😂

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.