TRAVEL BLOG

Cosa vedere nei dintorni di Merano: il borgo di Lana

Cosa vedere nei dintorni di Merano: il borgo di Lana

IMG_7101 (1)

Il pittoresco borgo di Lana, situato nelle affascinanti vicinanze di Merano, si presenta come un gioiello incastonato tra le maestose montagne dell’Alto Adige.

Con le sue stradine, la sua tipica architettura altoatesina e l’atmosfera intima, Lana rappresenta un’esperienza autentica che coniuga storia, cultura e bellezze naturali.

Il centro abitato è infatti circondato da vigne e frutteti che contribuiscono a creare un paesaggio suggestivo, meta di escursionisti che cercano contatto con la natura, a due passi dal paesaggi alpino circoscritto dalle alte vette del comprensorio di Merano.

In questo articolo esploriamo insieme cosa vedere e cosa fare a Lana durante il tuo soggiorno in Alto Adige.

Cosa fare a cosa vedere a Lana in Alto Adige

Salire al Monte San Vigilio

Se sei alla ricerca di panorami mozzafiato, la salita al Monte San Vigilio a Lana è una tappa imperdibile nel tuo viaggio in Alto Adige.

Sospeso al traffico, il suggestivo Monte San Vigilio, che si erge al di sopra di Lana, si estende lungo la dorsale boscosa tra i pittoreschi villaggi di Lana, affacciandosi sulla Val d’Ultimo da un lato e su Lagundo verso la Val Venosta dall’altro.

Dalla stazione a monte del Monte San Vigilio, posta a quota 1.486 metri, partono numerosi sentieri e passeggiate, che conducono ai Bagni dell’Orso, alla malga di Naturno e al suggestivo Laghetto Nero immerso nel bosco.

Il Monte San Vigilio si rivela un luogo molto apprezzato sia dalle famiglie che dagli appassionati di trekking proprio grazie ai suoi panorami e ai percorsi adatti ad ogni tipologia di camminatore.

Passeggiare sul sentiero della roggia Brandis

La Roggia Brandis, realizzata nel 1835 dal conte Brandis per irrigare i suoi campi, costituisce un affascinante percorso escursionistico nelle vicinanze di Lana, con partenza dal parcheggio P4 in via Palade. Dopo circa 100 metri lungo via Palade, nei presso della centrale idroelettrica, imbocca una stradina sulla sinistra che attraversa boschi, vigneti e frutteti : da qui parte il percorso lungo la suggestiva Roggia di Brandis.

Adatto a tutti, anche a chi non cammina spesso, durante il tragitto, si gode costantemente di una vista panoramica su Lana e le sue frazioni. Dopo aver attraversato Lana di Sotto, si può proseguire verso valle, senza perdere di vista le rovine del Castel Brandis e il campo da golf di Lana, fino a raggiungere una bellissima cascata, che segna la fine del percorso.

Scoprire il centro storico di Lana

Lana non è solo natura, ma offre un’ampia proposta anche dal punto di vista culturale ed architettonico.

Negozietti artigianali, caffè accoglienti e piccole osterie si celano tra le mura del centro e di suoi cortili: mentre passeggi tra le sue vie, respirerai l’atmosfera di una comunità che conserva con orgoglio le sue tradizioni.

Poco distante dal centro storico non perderti una delle attrazioni artistiche più interessanti della zona.

L’altare gotico di Hans Schnatterpeck è un’opera d’arte straordinaria che ti consiglio di non perdere. Si trova nella chiesa parrocchiale di Lana, dedicata a Santa Maria Assunta.

Realizzato nel XV secolo dal talentuoso scultore tirolese Hans Schnatterpeck, questo altare è una testimonianza superba dello stile artistico gotico che fiorì nella regione e si distingue per la sua maestosa struttura e l’intricata lavorazione scultorea.

Esplorare la gola di Lana

Proprio dal centro di Lana parte una piacevole passeggiata lunga poco più di un km che si addentra, ai margini del fiume Falschauer, in un paesaggio naturale e selvaggio davvero suggestivo, circondato da boschi e piccoli torrenti.

Dopo una prima parte asfaltata e con spazi verdi curati, attraversando una galleria rocciosa, si giunge ad una parte di percorso sterrato chiuso ai lati da imponenti pareti rocciose.

A questo punto sarai arrivato nella gola che potrai esplorare incamminandoti su ponticelli in legno ed un ponte sospeso.

Cosa fare a Lana d’inverno: i mercatini Polvere di Stelle

Questo incantevole evento, celebrato annualmente, si distingue per la sua autenticità che cattura l’immaginazione di residenti e visitatori.

Allestiti nella suggestiva cornice del Giardino dei Cappuccini, questi mercatini sono meno affollati rispetto ad altre proposte dell’Alto Adige e, a mio avviso, riescono a trasmettere quell’atmosfera magica che spesso si perde altrove.

Una trentina di espositori propongono artigianato locale e specialità enogastronomiche per trovare idee regalo originali, calati nel vero spirito natalizio.

Le bancarelle offrono una vasta gamma di creazioni artigianali, dai decori natalizi ai gioielli fatti a mano, dalle ceramiche artistiche ai morbidi oggetti tessili.

La presenza di intrattenimento dal vivo, con musiche natalizie, di un’area con animali e della possibilità di scattarsi foto vintage a tema, aggiungono un tocco di originalità a questi mercatini.

Non mancano ovviamente gli stand dove degustare prodotti altoatesini e riscaldarsi sorseggiando le tipiche bevande natalizie.

I mercatini Polvere di Stelle sono un appuntamento imperdibile per chi cerca una proposta tipica, ma allo stesso tempo insolita in Alto Adige.

Per maggiori info consulta il sito www.merano-suedtirol.it/de/weihnachten-in-lana.html

Dove dormire a Lana

L’offerta ricettiva dell’Alto Adige è sempre di ottimo livello, ma se cerchi un luogo dove rilassarti a Lana allora ti consiglio Garni Hotel Katzenthalerhof.

Un garni di livello superiore dotato di camere spaziose che coniugano tradizione e modernità oppure di appartamenti di varie tipologie per accontentare chi cerca la completa indipendenza.

La mattina lasciati coccolare da una colazione con ricco buffet di prodotti locali seduto davanti all’ampia vetrata panoramica, mentre la sera , al ritorno dalle tue perlustrazioni puoi rilassarti nell’ampia piscina coperta riscaldata oppure provare la sauna ad infrarossi.

Un comfort abitativo di alta qualità, la posizione strategica e tutta la tipica accoglienza altoatesina sono i punti di forza di questo garni panoramico a Lana.

Dove mangiare a Lana

Durante il mio weekend a Lana e dintorni ho avuto la possibilità di provare alcuni ristoranti che per la qualità dell’offerta e del servizio mi sento di consigliarti:

  •  Ristorante Kirchsteiger: situato a Foiana, sopra Lana, qui potrai degustare i piatti dello chef Christian Pircher che proprio per le sue creazioni culinarie di alto livello, ha ricevuto numerosi premi. Ambiente elegante ed accogliente in tipico stile montano.
  •  Ristorante Stadele: ospitato in un vecchio fienile, il locale propone piatti della tradizione rivisitati in chiave moderna. La presentazione creativa dei piatti e l’ambiente caldo e intimo sono certa ti stupiranno.

Cosa vedere nei dintorni di Lana

Mentre il centro storico di Lana offre un’esperienza altoatesina di tutto rispetto, i suoi dintorni sono altrettanto affascinanti da esplorare. Ecco qualche consiglio su cosa vedere nei dintorni di Lana per arricchire il tuo viaggio.

1. Castello di Braunsberg

Situato su una collina panoramica, il Castello di Braunsberg è un’imponente fortezza che domina la campagna circostante. La sua storia ricca e le viste mozzafiato lo rendono un luogo imperdibile. Percorri le sue sale storiche e goditi lo spettacolare panorama che si apre dai suoi bastioni.

2. Merano e i Giardini di Castel Trauttmansdorff

A breve distanza da Lana, la città di Merano attrae con il suo fascino elegante. Esplorate il suo centro storico, passeggiando per le vie acciottolate e visitate i Giardini di Castel Trauttmansdorff, un vero paradiso botanico con piante provenienti da tutto il mondo.

3. Castel Tyrol

Per un tuffo nella storia medievale, visita il Castel Tyrol, situato su una collina sopra Merano. Questo castello offre una panoramica sulla storia della regione e ospita musei che raccontano le vicende della nobiltà locale.

4.Terme di Merano

Concludi rilassandoti alle Terme di Merano. Queste strutture termali moderne offrono una varietà di piscine, saune e servizi benessere, creando l’ambiente ideale per il relax dopo una giornata di scoperte.

Leggi anche:

-Valli Alto Adige: cosa vedere in Valle Isarco e dintorni

Visitare Rovereto: cosa vedere nei dintorni di Trento

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Archivio