VILLE RIVIERA DEL BRENTA: gita in battello con Il Burchiello

Una mini crociera con il Burchiello: la navigazione del Brenta da Padova a Venezia alla scoperta delle ville venete visitabili e delle chiuse di Leonardo sul canale.


Nell’Italia del nord est c’è una regione naturalistica che al tempo stesso è intrisa di storia ed arte: sto parlando della Riviera del Brenta e delle sue splendide ville venete.

Lungo la riva del fiume Brenta sorgono una serie di residenze nobiliari, alcune private ed altre aperte al pubblico, che costituiscono un patrimonio artistico unico al mondo.

Il modo migliore per visitarle e godere del paesaggio circostante è certamente la navigazione del canale del Brenta con il Burchiello: una mini crociera di una giornata in un tour delle ville venete e alla scoperta di questo territorio così affascinante che in ogni stagione sa regalare colori stupendi.

Una delle chiuse del canale

BATTELLI DEL BRENTA: IL BURCHIELLO

La gita in barca con il Burchiello da Padova a Venezia (o viceversa) percorre un ampio tratto del Canale del Brenta, emulando le gesta dell’antica imbarcazione omonima che nel ‘700 trasportava i nobili dalla città alle loro residenze di campagna.

Oggi il Burchiello non è più quell’antica barca trainata dai cavalli dalla riva, ma è un moderno battello dotato di tutti i comfort e di un ampio ponte panoramico che consente ai passeggeri di ammirare il paesaggio da una posizione privilegiata.

Lungo la navigazione del Brenta una preparatissima guida di bordo vi illustrerà la storia e le bellezze della zona, oltre naturalmente a guidarvi durante la visita interna delle ville oggetto di sosta.

Una mini crociera di una giornata che, se partite da Padova come ho scelto di fare, si conclude con il botto : l’arrivo a Venezia via acqua, sul canale della Giudecca con vista su San Marco, è il degno finale di un’escursione curata nei minimi particolari.

>Per acquistare la gita con il Burchiello cliccate qui




NAVIGAZIONE SUL BRENTA: LE CHIUSE DI LEONARDO

La gita con il Burchiello si caratterizza anche per un’altra particolarità: sul canale si attraversano ben nove ponti girevoli e cinque chiuse, ovvero dei veri e propri ascensori d’acqua che permettono di scendere o risalire il dislivello acqueo del canale tra Padova e Venezia.

Per realizzare queste opere idrauliche, la Repubblica di Venezia si avvalse della consulenza del grande Leonardo da Vinci.

VILLE RIVIERA DEL BRENTA: quali vedere

Lungo le rive del naviglio del Brenta sorgono diverse ville patrizie costruite dopo che la Repubblica di Venezia abrogò la legge che vietava possedimenti sulla terraferma.

In seguito alla profonda crisi che colpì i commerci della Serenissima dopo l’apertura della rotta commerciale verso le Americhe, i nobili veneziani cominciarono infatti a trovare alternative agli affari investendo nell’agricoltura ed edificando così delle residenze in aperta campagna.

Durante la giornata a bordo del Burchiello sono previste tre soste per permettere di ammirare le principali ville venete visitabili lungo il percorso.

Scopriamo insieme quali ville del Brenta sono incluse nella gita con il Burchiello.

>> VILLA PISANI –  STRA

La monumentale Villa Pisani, risalente al 1735, è la prima tappa del Burchiello.

Una villa che vi colpirà subito per la sua grandiosità e magnificenza: una volta varcato l’ingresso, al suo interno si apre un parco di circa dieci ettari che ospita diversi altri edifici, tra i quali l’elegante Coffee House e le scuderie che grazie ad un abile gioco prospettivo e ad una piscina scenografica fanno da sfondo alla facciata interna della villa.

Storicamente Villa Pisani è stato lo scenario di importanti e decisivi avvenimenti. Basti pensare che tra le sue sale è avvenuto il primo incontro da Mussolini e Hitler.

Villa Pisani
La coffee house di Villa Pisani

>> VILLA WIDMANN- MIRA

La seconda sosta è dedicata alla visita di Villa Widmann, situata a Mira.

Anche in questo caso stiamo parlando di un edificio del Settecento, ma se nella prima villa ciò che mi aveva stupito era stata la maestosità degli esterni, qui è sicuramente è l’interno a farmi luccicare gli occhi.

Una serie di bellissimi affreschi decorano le pareti del Salone delle Feste sul quale si affacciano numerose stanze anch’esse ricche di arredi e decorazioni in stile rococò.

Una ricchezza decorativa e di particolari artistici che non conosce eguali sulle rive del Brenta.

Interni di Villa Widmann
I giardini di Villa Widmann

>>VILLA FOSCARI detta “LA MALCONTENTA”

Terza ed ultima tappa riservata all’unica villa palladiana presente sulla riviera del Brenta.

Realizzata da Andrea Palladio per i fratelli Foscari, la villa è una residenza che sorge proprio in prossimità della laguna veneziana e come le ville veneziane ha la facciata rivolta verso il corso d’acqua.

Tutta la maestria del Palladio è racchiusa in questo nobile edificio che ancor oggi è di proprietà della famiglia Foscari.

Una curiosità: sapete perché la villa è detta “La Malcontenta”?

Qui venne confinata la giovane moglie di Nicolò Foscari, che colpevole di lasciarsi andare alle tentazioni della vita mondana veneziana, prese residenza nella villa per essere allontanata da quel mondo di feste che tanto infastidivano il marito. Gli abitanti del luogo, vedendola aggirarsi con aria triste e sconsolata, soprannominarono così l’edificio La Malcontenta.

La facciata di Villa Foscari
Un momento della visita guidata




DOVE MANGIARE SULLA RIVIERA DEL BRENTA

La giornata di navigazione alla scoperta delle ville della riviera è programmata in modo tale da permettere una sosta pranzo a Oriago.

Potete scegliere se pranzare in modo autonomo oppure affidarvi ai menù a prezzo convenzionato proposti dal ristorante Il Burchiello.

Il battello attracca proprio sul pontile del ristorante e seduti a tavola, oltre a degustare dei buonissimi piatti (io ho provato il menù a base di pesce, specialità del posto) e sorseggiare dell’ottimo vino, si può così ammirare il paesaggio che si affaccia sul canale prima di risalire a bordo dell’imbarcazione e proseguire il tour delle ville venete.

Un’ottimo secondo di pesce servito dal ristorante

DOVE DORMIRE A PADOVA 

La gita con il Burchiello da Padova a Venezia parte la mattina presto ( alle ore 8.00 ) nei pressi di Porta Portello.

Il mio consiglio è quindi quello di arrivare a Padova il giorno precedente, e magari dedicare una mezza giornata alla visita della città prima di avventurarsi nella navigazione del Brenta.

>>CLICCATE QUI PER SCOPRIRE PADOVA CON UN BUS TURISTICO

Grazie alla sua posizione privilegiata, a pochi passi dalle principali cose da vedere oltre che dal punto di partenza del Burchiello,  e all’ottimo rapporto qualità/prezzo, il B&B Inchiostro è un ottima sistemazione per chi sceglie questo tour.

Situato al primo piano di uno storico palazzo del centro, il B&B si distingue per l’arredo ricercato e classico in perfetto stile con tutto ciò che si andrà a visitare.

Possibilità di noleggiare delle bici in loco.

Per info e prenotazioni vi consiglio di visitare www.inchiostropadova.it

La camera
Ingresso al B&B Inchiostro

COME ARRIVARE ALL’ IMBARCO DEL BURCHIELLO di Padova

Al pontile di imbarco del Portello di Padova si può arrivare :

  • in bus: dalla stazione ferroviaria di Padova prendete il nr. 18 oppure se partite da Venezia bus SITA ( mercoledì e venerdì) o bus ACTV nr. 53 ;
  • a piedi : il pontile dista 20 minuti circa dalla stazione ferroviaria di Padova;
  • in auto : uscite dall’autostrada A4 al casello di Padova Est direzione centro città e percorrete via Venezia per raggiungere i parcheggi.

DOVE PARCHEGGIARE

– Parcheggio scoperto a pagamento in via Trieste – Piazzale Boschetto, al costo di € 1,70 all’ora, aperto 24 ore;
– Parcheggio coperto a pagamento in via Trieste, al costo  di € 1,10 all’ora, aperto 24 ore;
– Aree libere di via Portello o via Loredan, situate sulla sponda opposta all’imbarco.




COME TORNARE A PADOVA DA VENEZIA

Una volta arrivati a Venezia potete dedicarvi alla visita della città al tramonto e poi tornare a Padova con il bus che ogni ora parte da Piazzale Roma ( il viaggio dura 45 minuti ) oppure con un comodo treno dalla stazione S. Lucia.

La guida del Burchiello saprà darvi tutte le indicazioni su orari e acquisto biglietti.

Se volete trascorrere la serata a Venezia prima del rientro, vi propongo queste possibilità:

>> Un giro in gondola lungo i canali della città

>> Degustazione di vini veneziani

>> La visita guidata alla Basilica di San Marco

L’arrivo a Venezia al tramonto

ALTRE INFO UTILI

Per scoprire l’itinerario con le tappe del Burchiello, i prezzi e gli orari vi invito a consultare il sito www.ilburchiello.it

Scorcio del canale

 

 

>> Se vi è piaciuto questo articolo lasciate un commento o condividetelo sui vostri social preferiti!

Per rimanere sempre aggiornati venite a trovarmi su Instagram e su Facebook!

Spread the love
Spread the love

Comments

  1. Fabio Rispondi

    Bellissima gita da fare tra Padova e Venezia. È davvero una bella esperienza visitare le ville venete sul Brenta 🙂

    • Nicoletta Rispondi

      assolutamente una gita molto particolare!

  2. Elina Rispondi

    Veramente interessante non avevo mai considerato questa possibilità 😊✌️ Grazie

  3. Daniele & Marilena Rispondi

    Io (Daniele) sono di parte visto che le mie origini mi portano spesso in questa zona!
    La Riviera del Brenta vista dall’acqua è davvero molto interessante e scenografica… Ho sempre visto queste splendide viste dalla terra ferma e sinceramente non mi dispiacerebbe per nulla cambiare prospettiva!

  4. Valentina Rispondi

    Mi piacciono tanto le gite in barca e questa mi sembra perfetta per scoprire la Riviera del Brenta (che tra l’altro non conoscevo assolutamente). Mi hai dato uno spunto interessante, grazie ☺️

    • Nicoletta Rispondi

      in effetti è una zona non molto conosciuta, ma ne vale la pena davvero! le ville sono stupende!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.