LAGO DI GARDA IN BICICLETTA: itinerario insolito tra panchine giganti e castelli

Un percorso in e bike sul Lago di Garda: scopri il mio itinerario insolito in bicicletta per esplorare il territorio sulla sponda bresciana del lago tra borghi, castelli e panchine giganti del Garda.


Stanchi del solito giro tra le località più turistiche del Garda?

Che ne dite di inforcare una bicicletta elettrica ed avventurarvi nella parte più nascosta del lago, tra distese di ulivi, fortezze medievali e … panchine giganti? Il tutto naturalmente impreziosito dalla vista di uno dei laghi più amati d’Italia e non solo !

Lago e bicicletta non è un binomio che salta subito all’occhio ed invece in questo articolo vi svelerò quanto può essere sorprendente un’ idea del genere: un percorso in e bike del lago di Garda, alla scoperta dei tesori della Valtenesi.

Un serie di piccoli borghi affacciati sul lungolago ed altri adagiati sulle retrostanti colline moreniche, meno inflazionati rispetto ai soliti posti, ma non per questo meno affascinanti.

Per scoprire questo territorio e raggiungere tutti i punti di interesse disseminati lungo il percorso, l’ideale è noleggiare una bicicletta elettrica da Bikesquare a Manerba del Garda, punto di partenza del nostro itinerario.

Vista del lago dal parco di Moniga

NOLEGGIO E BIKE LAGO DI GARDA: Bikesquare a Manerba del Garda

Il punto noleggio Bikesquare è situato a Manerba del Garda, all’interno del Sivinos Camping Boutique.

La proposta di itinerario delle panchine giganti del Garda e della Valtenesi si trova sull‘app di Bikesquare, che non si limita solo a noleggiare e bike nei 30 punti sparsi in Italia ed Europa, ma è una vera e propria piattaforma con tanto di percorsi cicloturistici già bell’è pronti.

Basta quindi prenotare la bici, scegliere l’itinerario di vostro gradimento sull’applicazione (ci sono oltre 300 proposte per tutti i gusti, tra i quali tour per addii al celibato/nubilato) ed iniziare a pedalare seguendo la mappa che appare direttamente sul vostro smartphone!

Le biciclette sono attrezzate anche per famiglie con bimbi piccoli e persino per chi non vuole rinunciare a portare in gita i piccoli animali da compagnia. Potete chiedere tutte le dotazioni particolari al momento della prenotazione.

Il prezzo del noleggio è di 35 euro per la giornata completa, 25 euro invece per la mezza giornata.

Punto noleggio Bikesquare a Manerba del Garda

DOVE PEDALARE SUL LAGO DI GARDA: itinerario tra borghi e castelli 

Il percorso in e bike sul Lago di Garda che vi propongo è lungo 39 km e vi impegnerà per circa 5 ore.

Non fatevi intimorire da queste informazioni perché pedalare in sella ad una e bike, oltre ad essere divertente, non è per niente faticoso.

Vi assicuro che in sella alla vostra e bike sarete in grado di vedere e godervi al meglio tutti i punti di interesse illustrati di seguito senza che le vostre gambe cedano per la troppa fatica.

Un tratto del percorso in campagna

>>CASTELLO DI MONIGA DEL GARDA : cosa vedere sulla sponda bresciana del Lago di Garda

La prima tappa del nostro percorso in bicicletta sul lago di Garda è l’ imponente Castello di Moniga del Garda, un complesso del X secolo perfettamente conservato proprio perché, a differenza di altre fortificazioni del genere, la sua funzione in caso di assalto era di rifugio per la popolazione, piuttosto che difensiva.

Si accede al suo interno passando sotto il mastio, oggi trasformato in campanile.

Il parco circostante è molto ampio, ben tenuto ed offre uno splendido panorama sulle acque del lago di Garda.

Castello di Moniga del Garda

>>SOIANO DEL LAGO : cosa vedere in Valtenesi

Seguiamo sempre il ciclo percorso proposto dall’app Bikesquare e dopo pochi km raggiungiamo il piccolo borgo di Soiano al Lago.

Qui svetta un altro castello, decisamente più piccolo rispetto a quello di Moniga, ma ugualmente scenico.

Un tempo accessibile solo attraverso il ponte levatoio, oggi la fortezza, dominata dalla torre dell’orologio, ospita varie rassegne musicali nel periodo estivo.

Il castello di Soiano al Lago

>>CASTELLO DI POLPENAZZE: una terrazza panoramica sul Garda

Proseguendo in sella alla nostra bicicletta, da Soiano si arriva a Polpenazze, dove appare un’altra fortezza medievale situata su uno sperone roccioso che domina tutto il lago.

Ancora riconoscibile una parte del cammino di ronda lungo la cinta muraria priva di merli, che originariamente avvolgeva l’impianto fortilizio, la torre del mastio e le torri difensive, sulle quali sono ben visibili le feritoie e le aperture per le armi da fuoco.

Dall’ampio piazzale, sul quale si affaccia la grande parrocchiale, si può godere di una vista privilegiata su tutto il territorio circostante, fino alle acque del Garda.

Panorama sul lago da Polpenazze

>>LAGHETTI DI SOVENIGO: un’oasi di pace immersa nella natura

Il nostro itinerario in bicicletta sul lago di Garda abbandona momentaneamente i piccoli centri storici per addentrarsi in un’oasi naturale, ovvero la zona dei Laghetti di Sovenigo.

Immersi in un paesaggio bucolico, questi tre laghetti sono i superstiti tra tanti altri specchi d’acqua che erano presenti in quest’area e che si sono prosciugati nel corso dei secoli.

Nei mesi di luglio e agosto, a renderli ancor più da cartolina, è la fioritura dei fiori di loto presenti sulla superficie dell’acqua.

Uno scorcio dei laghetti

>> PANCHINA ROSA CHIARETTO: una panchina gigante sui vigneti del Lago di Garda

Lo sapevate che anche nei dintorni del lago di Garda ci sono delle panchine giganti del circuito Big Bench?

Io devo ammettere che l’ho scoperto proprio grazie a questo itinerario proposto da Bikesquare!

La prima che trovate lungo il percorso è la panchina gigante di Muscoline ( nr. 118) affacciata direttamente sui vigneti dell’agriturismo La Guarda.

Il colore scelto, denominato “rosa chiaretto”, è un chiaro omaggio al nome del vino Chiaretto, prodotto proprio nella Valtenesi.

>> PANCHINA GIALLA DI SAN FELICE DEL BENACO: uno sguardo sul golfo di Salò

La seconda panchina che troviamo seguendo l’itinerario in bicicletta sul Garda è quella di San Felice del Benaco con vista direttamente sulla sponda del lago opposta alla nostra, dalla quale si scorge il golfo di Salò.

Ospitata nel parco di Palazzo Cominelli, la panchina nr. 101 di colore giallo, si raggiunge arrivando in località San Felice Cisano, piccolo borghetto che ospita anche una bella chiesa da visitare.

Seguendo il sentiero tra gli ulivi del parco, dopo un centinaio di metri appare l’allegra installazione, dalla quale potete godervi un bel panorama.

La panchina gigante gialla

>>SPIAGGIA DI GARDIOLA: dove tuffarsi nel Lago di Garda

Dopo la sosta alle Big Bench del Garda, il percorso ci porta sulle rive del lago per un po’ di relax sulla spiaggia di San Felice del Benaco, situata in località Navenago.

La spiaggetta non è attrezzata ed è composta per lo più da piccoli ciottoli, ma le acque limpide e trasparenti sono ideali per un tuffo rigenerante.

Spiaggia di Gardiola

>>CHIESA DI SANTA MARIA ASSUNTA : la pieve più antica in Valtenesi

Considerata tra gli edifici religiosi più importanti della Valtenesi per la sua antichità e per le decorazioni pittoriche del suo interno, la Pieve di Santa Maria Assunta sorge a Pieve Vecchia, a ridosso dei resti di una villa romana.

A questa antica chiesa è legata la leggenda del pievano Ermoaldo che nel 747, per sfuggire alle accuse di avarizia, compì il gesto di camminare sulle acque, dalle sponde del lago fino all’Isola di San Biagio.

Visto il livello dell’acqua, che in questo tratto rimane basso per gran parte della giornata, è un miracolo che facilmente potete compiere anche voi.

La facciata della chiesa di Santa Maria Assunta a Pieve Vecchia

>> SPIAGGIA DEL SIVINOS CAMPING : il rientro da Bikesquare a Manerba del Garda

Il percorso ad anello del lago di Garda in bicicletta e della Valtenesi è giunto al termine.

Dopo aver riconsegnato l’ e bike al punto Bikesquare di Manerba del Garda è arrivato il momento di godersi il meritato riposo presso la spiaggia messa a disposizione dal camping boutique Sivinos.

Un ultimo sguardo sul lago, un bagnetto nelle sue belle acque e già siamo pronti a pianificare le prossime avventure, ovviamente in sella alla nostra bicicletta!

Il lago dal Sivinos Camping Boutique

 

Per altre idee sul Lago di Garda leggete anche:

>> L’Isola dei Conigli sul Garda : un piccolo paradiso lacustre

>> Il Garda in Lombardia: cosa vedere a Lonato del Garda

 

>> Se vi è piaciuto questo articolo lasciate un commento o condividetelo sui vostri social preferiti!

Per rimanere sempre aggiornati venite a trovarmi su Instagram e su Facebook!

Spread the love
Spread the love

Comments

  1. FABIO Rispondi

    Bellissimo questo itinerario in biciclettata sul Lago di Garda! Anche a me erano piaciute molte queste zone perché ci sono anche paesaggi insoliti 🙂

  2. Daniele & Marilena Rispondi

    Grazie Nicoletta per averci fatto scoprire il Lago di Garda uscendo dai soliti itinerari che esplorano solo i “grandi classici”! Un giro da tenere in considerazione per la prossima primavera!

    • Anna Rispondi

      Credo che il lago di Garda sia ideale da visitare in bici. E poi dopo aver pedalato mi piacerebbe tanto fermarmi nella spiaggia di Gardiola per un tuffo!

  3. Valentina Rispondi

    Non ho mai provato una e-bike e il Lago di Garda mi sembra un’ottima meta per cominciare! Questo giro del Lago di Garda in bicicletta è davvero interessante, è una parte del lago che ancora non conosco…grazie per i consigli!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.